UEFA Champions League

UEFA Champions League
Evento attuale di pallone da calcio.svg Edizione LXVI (2020-21)
Logo della UEFA Champions League.svg
Informazioni generali
sede centrale Territori associati alla UEFA
Fondazione 4 settembre 1955
Coppa dei Campioni d'Europa
19 agosto 1992
UEFA Champions League
organizzatore UEFA
Sponsor
TV ufficiale vedere Diritti televisivi
storia
Campione Flag of Germany.svg FC Bayern
secondo arrivato Bandiera di France.svg Paris Saint-Germain FC
Dati statistici
Partecipanti 32 squadre (+45 turni precedenti)
524 storico
parti 125 (senza contare le fasi precedenti)
Punteggio più alto Flag of Portugal.svg Cristiano Ronaldo (135)
Più titoli Flag of Spain.svg real Madrid FC (13)
Altri finali Flag of Spain.svg real Madrid FC (16)
Più presenze Flag of Spain.svg real Madrid FC (51)
Classificazione a UEFA 2013 Supercoppa europea
Logo FIFA senza slogan.svg Coppa del mondo per club
Competizioni correlate Europa League (2 ° livello)
Conference League (3.er livello)
cronologia
Coppa Europa
(1955-92)
Lega dei Campeones
(1992-oggi)
Sito ufficiale

La UEFA Champions League (At Inglese e ufficialmente: UEFA Champions League), originariamente noto come Coppa Europa, È il torneo internazionale ufficiale di calcio più prestigioso a livello di club tra quelli organizzati dall'Unione delle Associazioni Calcistiche Europee (UEFAÈ anche il file Evento sportivo il più seguito annuale nel mondo, con oltre 350 milioni di spettatori nel 2018.

Contestato ogni anno, è stato creato su iniziativa del quotidiano il team Nella stagione 1955-56 sotto il nome di Coppa dei Campioni d'Europa (nome originale in Francese, Coupe des Clubs Champions Europa), Con un formato di eliminazione diretta. Progettato per definire il miglior club del continente, in 1992 il torneo è stato ristrutturato per includere per la prima volta un formato di competizione di campionato o fase a gironi come passaggio precedente alla fase eliminatoria, per la quale è stata ribattezzata con l'attuale nome per l'edizione 1992-93, consolidando questo formato. Originariamente, le squadre campione dei campionati nazionali erano classificate per la loro partecipazione al concorso, ma, in 1997, hanno iniziato a partecipare anche i secondi classificati e, a 1999, quelli classificati fino al quarto posto, a seconda del Coefficiente UEFA di ogni campionato, con quelli con il coefficiente più basso che devono superare una fase precedente.

Il vincitore di questo concorso contesta il Supercoppa europea contro il campione della Europa League e, in rappresentanza della confederazione, il Coppa del mondo per club FIFA.Il campione attuale è Bayern Monaco che ha vinto il suo sesto titolo dopo aver battuto il Club di calcio del Paris Saint-Germain classificandosi come il terzo club più premiato tra i 524 storici partecipanti alla competizione, classifica che guida il Club di calcio del Real Madrid con tredici titoli. federazione spagnola È quello che ha ottenuto il maggior numero di campionati con diciotto, seguito dal Inglese con tredici e il italiana con dodici.

Storia

Inizi (1955-65)

Nel giugno 1955, la UEFA approvò l'organizzazione di una competizione tra club europei convocati Coppa dei Campioni d'Europa (nome originale in Francese, Coupe des Clubs Champions Europa), -Meglio noto come Coppa Europa- Questo è stato promosso dal quotidiano sportivo francese. il team dalla mano del suo direttore all'epoca Gabriel Hanot insieme al suo collega Jacques Ferran, e con il sostegno del presidente della Club di calcio del Real Madrid, Santiago BernabéuE Gusztav Sebes, Sottosegretario allo sport ungherese e vicepresidente UEFA. La competizione, la cui creazione è stata ispirata dal Campionato sudamericano dei campioni, Destinato a unificare un torneo a livello europeo per designare il miglior club del continente dopo i predecessori Coppa Mitropa y Coppa Latina, tra gli altri.

"1.er Progetto L'Équipe: febbraio 1955.
Projet d'un regolamento d'une Coupe d'Europe de football
1 ° Una competizione calcistica riservata alle grandi squadre europee è organizzata, dalla stagione 1955-56, dalla rivista L'Équipe. Elle è nominata "Coupe d'Europe de L'Equipe" e dotata di un objet d'art par le journal organisateur. Farà parte della competizione che le squadre invitate dagli organizzatori. Une Commission d'Organisation, davanti ai rappresentanti delle grandi associazioni europee, aura tout pouvoir pour appliquer le présent règlement ".

"1.er Progetto L'Équipe: febbraio 1955.
Progetto di regolamento per una Coppa europea di calcio
Una competizione calcistica riservata alle grandi squadre europee è organizzata, dalla stagione 1955-56, dal quotidiano L'Équipe. Ha il nome di "L'Équipe European Cup" ed è dotata di un oggetto d'arte dal giornale organizzatore. A questa competizione prenderanno parte le squadre invitate dagli organizzatori. Un Comitato Organizzatore, che comprenderà i rappresentanti delle principali associazioni europee, avrà il potere di far rispettare questi regolamenti ".

Gabriel Hanot. Estratto dalla bozza del primo regolamento. Febbraio 1955. Parigi

Infine, diciotto team che hanno risposto e sostenuto l'iniziativa —uno per territorio rappresentato—, intervenendo su invito. Svizzera, Spagna, Portogallo, Jugoslavia, Austria, Paesi Bassi, Italia, Protettorato della Saar, Danimarca, Francia, Ungheria, Belgio, Svezia, Polonia, Germania e Scozia sono stati i rappresentanti finali di un torneo che ha visto squadre assenti notevoli in questa prima edizione a causa del mancato consolidamento della neonata UEFA per dargli una proiezione sufficiente e l'indifferenza del International Association Football Federation (FIFA) con il torneo incipiente. Tra queste, l'Unione Sovietica, la Cecoslovacchia e l'Inghilterra non hanno contestato alla fine, la più notevole è la mancata presenza di una squadra inglese e il cui onore dovrebbe spettare al Chelsea Football Club, campione in carica, ma La Football Association ha esortato il club a non partecipare per vari motivi essendo sostituito dal rappresentante polacco. Pertanto, la competizione non ha avuto un rappresentante inglese dopo di loro e in particolare il Wolverhampton Wanderers Football Club indirettamente le forze motrici finali del torneo. Midlands occidentali era considerata all'epoca una delle migliori squadre. Questi, dopo aver vinto un'amichevole al Budapesti Honvéd Sport Egyesület —Team formato quasi interamente dal "Magiari magici" membri del temibile Nazionale ungherese- sono stati proclamati dalla stampa inglese i 'campioni del mondo', innescando una spinta finale per la creazione della competizione.

Così, dopo che la UEFA ha dato validità alle basi stabilite e ha ampliato la quota di partecipanti a qualsiasi federazione che desiderava partecipare senza che nessun'altra federazione lo decidesse, sedici squadre sono state le contendenti finali.

Il "Madrid di Di Stéfano" guida la supremazia europea

La competizione è iniziata perché il mese di settembre della stagione calcistica successiva dopo aver concordato gli abbinamenti in un incontro tenuto a maggio da tutti i contendenti, e che sarebbe stato risolto, su suggerimento del Royal Sporting Club Anderlecht Belga, per partite a eliminazione diretta dagli ottavi di finale fino alla decisione di un campione in finale da giocare Parigi, per essere la sede del principale promotore.

di stefano real madrid cf croppedbw

Alfredo Di Stefano, considerato uno dei calciatori più importanti della storia e vincitore delle prime cinque edizioni.

Dopo le ventinove partite giocate, il primo vincitore è stato il Club di calcio del Real Madrid Lo spagnolo, che ha sconfitto il Stadio Reims 4-3 francese nella finale giocata nel Parc des PrincesIl primo incontro che aprì il concorso ebbe luogo il 4 settembre 1955 tra il Club sportivo del Portogallo e il Fudbalski Klub Partizan in National Stadium de Lisboa termina con un pareggio a tre reti, mentre il primo gol della competizione è stato segnato dopo 14 minuti di gioco dal portoghese Joao Baptista Martins.

Alla fine della prima edizione sono stati segnati in totale 127 gol, essendo Miloš Milutinovic Capocannoniere dell'FK Partizan con otto gol in sole quattro partite giocate dalla sua squadra prima dell'eliminazione, segnando un totale di undici. In termini di squadre, è stato il Real Madrid CF a segnare di più con un totale di venti.

L'egemonia del club madrileno continuò nelle successive quattro edizioni, vincendo in finale al Associazione Fiorentina Calcio, Il Associazione Calcio Milan, Anche in questo caso il Stadio Reims e il Eintracht FrancoforteLa squadra di Madrid ha giocato in quel momento giocatori così importanti nella scena del calcio come Alfredo Di Stefano, Ferenc Puskás, Paco Gento, Jose Santamaria o Hector Rial tra gli altri, essendo considerato anni dopo come una delle migliori squadre di questo sport principalmente per questi cinque titoli, grazie ai quali furono battezzati come «Madrid di Di Stéfano"E con il soprannome di" Vikings "dopo la cronaca della quinta finale scritta sul quotidiano inglese The Times, una denominazione che da allora accompagna il club:

"Il vero vaga per l'Europa come una volta camminavano i vichinghi, distruggendo tutto sul suo cammino."
"Il Real Madrid cammina attraverso l'Europa come facevano i vichinghi, distruggendo tutto sul loro cammino".
The Times. 19 maggio 1960. Londra.

Quell'ultima finale, considerata anni dopo come la migliore finale nella storia della competizione, ha permesso ai "bianchi" di firmare un'impresa che con il passare del tempo sarebbe stata storica visto che finora non sono riusciti a eguagliarsi. Le cinque Coppe europee consecutive rimangono la migliore prestazione mai ottenuta da una squadra nella storia della competizione.

In quelle edizioni gareggiarono solo i campioni di ogni paese partecipante e altre rinomate squadre come il Manchester United Football Club come primo rappresentante inglese, il Calcio Club di Porto, la Ballspielverein Borussia o Fudbalski klub Crvena Zvezda Beograd tra gli altri, mentre il successo della prima edizione ha portato il numero di partecipanti a 22 nel suo secondo anno. Per questo motivo, è stato necessario giocare un turno preliminare prima degli ottavi di finale. Era un'altra delle novità del torneo quando si qualificò per la sua disputa Athletic Bilbao, supponendo che due squadre dello stesso paese abbiano partecipato per la prima volta, poiché il Real Madrid CF era già classificato come il campione in carica, e quest'ultima è stata l'unica a ripetere la partecipazione. Le altre quindici squadre rimaste che hanno preso parte agli ottavi di finale erano tutte esordienti. Da parte sua, l'AC Fiorentina era sul punto di eguagliare il Real Madrid come squadra con il miglior esordio nella competizione dopo essere arrivata seconda.

Gli inglesi sono stati finalmente in grado di dimostrare il loro valore in Europa in una competizione ufficiale per mano del rappresentante di Manchester, che ha raggiunto le semifinali della competizione prima di essere sconfitto dal campione in carica. Inoltre, due dei suoi giocatori, Dennis Violetta y Tommy taylor sono stati i capocannonieri con rispettivamente 9 e 8 gol, uno sopra Alfredo Di Stefano, che aveva già accumulato 12 gol dopo due edizioni e cominciava ad essere il vero protagonista della competizione.

Negli anni a venire, sono sorte nuove circostanze come la prima volta che il titolo è stato deciso durante gli straordinari o il primo incontro tra due squadre dello stesso paese -Siviglia Football Club contro il Real Madrid CF - entrambi gli eventi si sono verificati nella terza edizione, la ripetizione di una finale tra due squadre - Stade de Reims contro il Real Madrid CF - e una partita tra due squadre della stessa città -Club atletico di Madrid contro il Real Madrid CF - prodotto nella quarta edizione, ovvero che un giocatore per la prima volta vinse la competizione come calciatore e come allenatore -Miguel Muñoz dopo il quinto titolo di Madrid - tra gli altri eventi, mentre il numero di partecipanti è aumentato a 27.

Il successo del già consolidato concorso ha portato alla nascita di un altro mondiale, il Coppa Intercontinentale, che ora affronterebbe il campione europeo con il campione sudamericano del Libertadores Cup of America.

Eusébio e SL Benfica prendono il sopravvento

Eusebio 1963

Eusebio da Silva, leader della squadra del Benfica negli anni '1960.

In Edizione 1960-61 finalmente c'era un nuovo campione, il Sport Lisbona e Benfica Portoghese. Quell'anno il cinque volte campione del Real Madrid non riuscì a superare gli ottavi di finale essendo eliminato per la prima volta nella competizione, e curiosamente per mano del suo eterno rivale il Barcelona Football ClubChe è venuto dal raggiungimento della sua classifica nel turno preliminare per vendicare la sua eliminazione per mano del Madrid nelle semifinali della precedente edizione. Sebbene il pareggio non sia stato senza polemiche, in seguito la squadra di Barcellona ha raggiunto la finale disputata nel Stadio Wankdorf de Berna in cui i benfiquistas, guidati da Bela Guttmann, è diventata la seconda squadra a sollevare il trofeo dopo aver vinto 3-2.

El Sport Lisbona e Benfica ottenuto il prossima edizione conservare il titolo di campione come già hanno fatto gli spagnoli dopo aver vinto questa volta nel Stadio Olimpico di Amsterdam il primo classificato, il Real Madrid per 5-3, in squadra era già un giovanissimo riferimento Eusebio da Silva, autore degli ultimi due gol che hanno regalato il titolo al portoghese, superando lo svantaggio grazie a tre gol da Ferenc Puskás, unico giocatore a segnare un tripletta nella finale di Coppa dei Campioni con il compagno Di Stéfano, e con cui ne ha aggiunti sette in finale eguagliando anche l'argentino (record ancora in vigore al 2018).

Guidato da Eusébio, che ha segnato 47 gol totali in tutte le sue presenze contro solo due dello storico capocannoniere Di Stefano, il portoghese ha raggiunto la finale per la terza volta consecutiva, questa volta sconfitto dal Milan nel Wembley Stadium de Londra per 2-1 l'Italia vinse finalmente il titolo che aveva inseguito nelle precedenti edizioni, poiché non per niente era considerata una delle potenze calcistiche dell'epoca, come avrebbero dimostrato nelle edizioni successive.

Continuando con il predominio delle squadre latine del sud Europa, le due edizioni successive sono state dominate dalla squadra italiana del Calcio Club Internazionale de Sandro mazzola, Luis Suárez y Elena Herrera, che ha sconfitto gli unici campioni della competizione finora, il Real Madrid CF - che ha disputato sette finali - e l'SL Benfica - alla loro quarta presenza - nelle loro finali. Dette riunioni tenutesi in Stadio Prater de Vienna e nella Stadio di San Siro de Milano si sono concluse rispettivamente con risultati di 3-1 e 1-0.

Dopo due finali perse, sono stati di nuovo i madrileni a giocare nel Edizione 1965-66 ha vinto il titolo, il sesto del suo record e dopo aver giocato otto delle undici finali fino ad oggi. Nella finale svoltasi a Stade Roi Bauduin de Bruxelles al Fudbalski Klub Partizan di 2-1. La finale è stata ricordata perché era la prima volta che una squadra vinceva il titolo senza stranieri nelle proprie fila, tutti spagnoli in questo caso. Nella squadra di Madrid è rimasto solo il veterano Paco Gento a rappresentare la generazione d'oro del Madrid, diventando il giocatore che ha vinto più volte la Coppa dei Campioni con i sei campionati, un record ancora in vigore oggi.

Da segnalare che ad oggi solo due volte il francese Stade de Reims, il tedesco Eintracht Frankfurt e il recentemente citato jugoslavo FK Partizan sono riusciti ad accedere ad una finale ad oggi dominata dalle squadre latino-sud europee.

Entra in scena il Nord Europa (1966-84)

Per Stagione 1966-67 il vincitore è stato proclamato Club di calcio celtico Squadra scozzese, essendo la prima squadra britannica ad essere proclamata vittoriosa dai tempi del Isole britanniche ha iniziato a partecipare alla seconda edizione del torneo. Per la seconda volta nella competizione, una squadra senza stranieri è diventata campione dopo aver sconfitto i "cattolici" per 2-1 contro gli italiani dell'FC Internazionale nel Stadio Nazionale de Lisboa. Fu un preludio alla prima vittoria degli inventori del calcio nella massima competizione per club a livello europeo, poiché l'anno successivo il vincitore fu il Manchester United Football Club Inglese dopo aver vinto la finale tenutasi al Wembley Stadium il due volte campione dell'SL Benfica 4-1 ai supplementari in una partita in cui i portoghesi hanno raggiunto la quinta finale in tredici anni. Tuttavia, la completa supremazia inglese nella competizione doveva ancora arrivare.

Johan Cruijff
Franz Beckenbauer 22-6-74
El AFC Ajax de Johan Cruyff e il FC Bayern de Franz Beckenbauer erano i dominatori nei primi anni '70.

In precedenza, il Milan era l'unica squadra del pluripremiato Sud Europa in grado di estromettere il nord del continente da vincitore. La finale del 1968-69 tenuto nel Stadio Santiago Bernabéu ha affrontato una squadra di Paesi Bassi, essendo la prima delle cinque volte consecutive in cui una squadra di quel paese sarebbe arrivata in finale da allora. In esso, il file Amsterdam Football Club Ajax è stata sconfitta 4-1, una squadra in cui ha iniziato a emergere un giovane Johan Cruyff.

Le squadre olandesi hanno dominato la competizione per i quattro anni successivi guadagnando un titolo Feijenoord e tre l'AFC Ajax con la raffinata tattica e tecnica calcistica acquisita dal ricordato Rinus michels, denominato come «Calcio totale», E che già praticava Nazionale ungherese di "Squadra d'oro»Negli anni Cinquanta. I Roterdameans hanno battuto lo Scottish Celtic FC 2-1 ai supplementari nel Stadio di San Siro, mentre gli Amsterdammers hanno sconfitto il Panathinaikos Athlitikos Omilos, FC Internazionale e Juventus Football Club, che è entrato in finale per la prima volta. In questo modo, la squadra olandese è diventata la seconda squadra dopo il Real Madrid CF a vincere il trofeo per aver vinto la competizione per tre volte di seguito.

Durante le tre stagioni successive apparve sulla scena europea una nuova squadra. I tedeschi del Calcio-Club Bayern vinsero il concorso nelle successive tre edizioni, ottenendo così anche il trofeo in proprietà. La squadra, a cui piacciono i giocatori Franz Beckenbauer, Gerd Muller, Sepp maier, Uli Hoeneß o Paul breitner, ha iniziato a vincere il fine 1973-74 al Club atletico di Madrid in Stade Roi Bauduin in quella che è ad oggi la finale più lunga nella storia del torneo in quanto è l'unica in cui è stato necessario giocare due partite per ottenere un campione. Alla data non c'erano penalità per risolvere un pareggio, quindi se alla fine dei tempi supplementari non c'era un vincitore, dovevano essere giocate nuove partite fino a quando una delle due squadre non fosse stata vincente. Dopo aver pareggiato i bavaresi nei momenti finali della partita il gol di apertura del rojiblanco, hanno prevalso nel gioco del tie-break per 4-0. Nelle finali successive si è sbarazzato del Leeds United Football Club Inglese e il Associazione Sportiva di Saint-Étienne Francese. Erano gli anni del dominio tedesco nel calcio mondiale, dove la tua selezione è venuto dal proclamarsi vincitore di entrambi euro come del Coppa del Mondo. La loro supremazia sembrava estendersi all'arena dei club, fino a quando non furono fermati dagli inventori del calcio, l'Inghilterra.

"La culla del calcio" domina l'Europa

Banner di Bob Paisley

I fan di Liverpool FC portando un'immagine di Bob Paisley; allenatore che ha ottenuto tre dei quattro titoli della squadra, durante il dominio inglese nella competizione.

Dal 1977, un totale di sette campionati su otto sono stati vinti da squadre inglesi, i primi sei di seguito. Tuttavia, è stato il file FC Dynamo Kyiv Soviet che ha eliminato gli attuali campioni tedeschi. Questa è stata una delle poche effemeridi raggiunte da una squadra di coraggiosi e vincitori Unione Sovietica in una competizione in cui non sono riusciti a raccogliere prestazioni meritevoli, ad eccezione di queste semifinali raggiunte da alcuni kieviti guidati da Oleh blokhin y Volodymyr Onyshchenko.

Della succitata successione di titoli, quattro sono stati conseguiti dal Liverpool Football Club, uno per il Aston Villa Football Clube due per Nottingham Forest Football Club, che ha eguagliato la migliore prestazione di una squadra esordiente nella competizione vincendo non solo il titolo nella loro prima apparizione nel torneo, ma riuscendo anche a mantenerlo nell'edizione successiva, eguagliando le prestazioni dei Madridisti nelle prime due edizioni . Le vittime degli inglesi in ordine cronologico furono i Borussia Verein für Leibesübungen Monchengladbach, la Club Brugge Koninklijke Voetbalvereniging, la Malmö Fotbollförening, la Hamburger Sport-Verein, Real Madrid CF, FC Bayern e Associazione Sportiva Roma.

Quest'ultima è stata la prima finale fino ad oggi nella storia del torneo in cui perde una squadra della stessa città in cui si disputa la finale, oltre ad essere la prima decisa dal tiri di rigore e grazie al quale il Liverpool era solo ad un titolo di distanza dall'essere la quarta squadra a vincere il trofeo come proprietà. - Fatto accaduto per la seconda volta, poiché dopo essere stato proclamato campione per la seconda volta, sembrava il favorito nel Edizione 1978-79Tuttavia, nel suo primo confronto ha dovuto affrontare il Nottingham Forest FC, che non solo lo ha eliminato ma ha anche vinto la competizione per due volte di seguito, prima di essere nuovamente sostituito dai "rossi" quando hanno battuto il Real Madrid CF in finale. che riapparve in finale quindici anni dopo.

L'unica finale non battuta in questo periodo da una squadra inglese è stata l'edizione 1982-83, che è stato sconfitto dall'Hamburger SV dopo aver sconfitto la Juventus FC nel Olympiako Stadio Athinas di 1-0. Va notato che questa striscia di notevole egemonia inglese si è riflessa anche tra il 1968 (data in cui un club inglese ha vinto la competizione per la prima volta) e fino al 1984 nel resto delle competizioni UEFA. In totale, gli anglosassoni hanno vinto ventidue titoli europei su sessantuno possibili, ovvero il 36% di essi.

Il 29 maggio 1985 si disputò la finale tra la Juventus FC, che aveva appena vinto il Coppa UEFA 1977, la Coppa delle Coppe 1984 e della 1984 Supercoppa Europea, e anche il successo del Liverpool FC. Il Torino ha vinto con un gol del proprio fuoriclasse Michel Platini, battendo ancora una volta gli inglesi come la finale della precedente Supercoppa Europea. Quel giorno, prima della partita e provocato dagli spiriti inglesi, ci fu il «La tragedia di Heysel»A causa di una valanga di hooligans che ha causato il crollo di uno dei muri dello stadio BruxellesL'incidente ha causato 39 morti, 34 dei quali seguaci italiani, e più di 600 feriti. La tragedia ha portato all'espulsione dei club Inglese delle competizioni europee per cinque anni, come misura per frenare la violenza dei loro seguaci più radicali, il hooligans, una tendenza che stava iniziando a diffondersi nel calcio. Di conseguenza, la supremazia inglese nelle competizioni europee fu frenata, oltre a segnare l'inizio dell'era del correttezza dalla FIFA come misura per migliorare la sicurezza e l'immagine del calcio. Nello sport, la finale ha anche significato che la squadra italiana è stata la prima a conquistare tutte le competizioni UEFA esistenti, motivo per cui ha ricevuto una targa commemorativa dal più alto organo europeo.

Gli ultimi anni prima della riforma (1985-92)

Marco van Basten 1990-1992

Marco van Basten, figura di spicco del Milan di Sacchi Arrigo.

Un anno dopo gli eventi si affrontarono per il titolo di Fotbal Club Steaua Bucuresti, una squadra che ha raggiunto una finale per la prima volta, e l'FC Barcelona, ​​un club che non aveva mai vinto la Coppa dei Campioni e non aveva raggiunto la finale per venticinque anni. Ha suonato in Stadio Ramón Sánchez Pizjuán de Sevilla, i rumeni hanno vinto i calci di rigore dopo un insolito 0-0 a fine partita, circostanza avvenuta per la prima volta in finale. Il portiere rumeno Helmuth Duckadam stabilisci un record assoluto interrompendo quattro tiri di seguito. La Romania è diventata l'ottavo territorio ad avere una squadra campione d'Europa.

I due anni successivi hanno avuto due campioni inaspettati: il Calcio Club di Porto, che ha battuto 2-1 il tre volte campione dell'FC Bayern nella finale di Vienna; e il Philips Sport Vereniging, che è stato imposto in fine 1987-88, tenuto nel Stadio del collo, all'SL Benfica ai rigori. Questa è stata la quarta finale persa dalla squadra Lisbona in concorso, chiamando la situazione il "La maledizione di Béla Guttmann"Dopo il suo licenziamento da due volte campione con il portoghese, Guttman ha predetto che il club non avrebbe mai vinto una competizione europea senza di lui come allenatore per i prossimi cento anni. Da allora, otto finali sono state perse dalla squadra di Lisbona, la maledizione è durata un totale di 52 anni.

Nel 1989 e nel 1990, il Milan ha aggiunto due nuovi titoli alle proprie bacheche per un totale di quattro dopo aver battuto l'FC Steaua București per 4-0 e l'SL Benfica 1-0, impedendo alla squadra di Lisbona di ottenere la vittoria per la quinta volta nella storia. . Il dipinto diretto da Sacchi Arrigo, aveva nei suoi ranghi giocatori come Franco Baresi, Marco van Basten, Ruud Gullit y Paolo Maldini essendo un'altra delle squadre più ricordate sia nella competizione che a livello mondiale. Maldini ha così vinto i primi due dei cinque titoli conquistati nel corso della sua carriera attiva, essendo quello con il maggior numero di successi dopo i sei dello spagnolo Paco Gento. Questa è stata anche l'ultima volta nella competizione in cui una squadra è riuscita a riconvalidare il titolo, fino al 2017.

L'anno successivo il Fudbalski klub Crvena Zvezda in Stadio San Nicola de Bari. Il set serbo -Jugoslavo all'epoca- sconfitto in finale Olympique de Marseille ai rigori dopo un pareggio senza reti. Un anno dopo, l'FC Barcelona è finalmente riuscito a proclamarsi vincitore dopo aver giocato la terza finale. Gli spagnoli hanno prevalso nell'estensione al Unione Calcio Sampdoria de Genova 1-0 nel Wembley Stadium grazie a un po 'di Ronald Koeman calcio di punizione al 111 ° minuto dei supplementari.

Questa è stata l'ultima edizione del concorso prima di subire una profonda ristrutturazione nel suo formato, iniziata nel 1990 con la nuova presidenza nella costituzione di Lennart Johansson, alla ricerca di una proiezione più ampia e da ora in poi per essere indicato come UEFA Champions League.

La nuova denominazione porta il tempo più uniforme (1992-09)

La nuova denominazione ha portato alcuni cambiamenti nel formato nel 1992, alla ricerca di un modo per introdurre nuovi contendenti nella competizione che lo rendessero più contestato, anche se questi non sono stati consolidati fino ad anni dopo con il consolidamento dell'attuale formato in vigore da allora Edizione 1999-00Uno dei più rilevanti è stato l'inserimento di una fase a gironi prima della finale, simile all'ultima edizione della Coppa dei Campioni in cui sono stati eliminati i quarti di finale e le semifinali, e con accesso diretto alla finale. Del primo di ogni gruppo. Era la Olympique de Marseille proclamato vincitore dell'edizione 1993 contro il Milan per 1-0 con un gol di Basile boli in Stadio Olimpico da Monaco, diventando l'unica squadra francese a vincere il torneo fino ad oggi. Tuttavia, lo scandalo emerso quello stesso anno a causa del complotto scoperto di tangenti e irregolarità finanziarie commesse dal suo presidente Bernard Tapie ha impedito alla squadra francese di lottare per la difesa del titolo nella campagna successiva, essendo la prima volta che l'attuale campione non è stato in grado di difendere il suo titolo.

In Edizione 1993-94 le semifinali sono state ripristinate dopo il sistema di leghe, che è stato definitivamente costituito e progressivamente ampliato da due a otto gruppi con il passare delle edizioni. Dopo di loro, FC Barcelona e Milan AC si sono incontrati in finale a Atenas. Le azzurre vinsero 4-0, alzando così il quinto titolo e prendendolo come proprio, rimanendo solo uno dei sei conquistati dal Real Madrid, la cui siccità durava da XNUMX anni e non raggiungeva la finale da tredici. L'anno successivo il "Rossoneri" Hanno raggiunto la finale per il terzo anno consecutivo - e la quinta volta in sette anni - ma non sono riusciti a battere l'AFC Ajax, che ha sconfitto per la quarta volta in ventidue anni dall'ultimo titolo. Dopo 70 minuti di gioco, un giovanissimo e quasi sconosciuto Patrick Kluivert È entrato in campo per segnare in seguito l'unico gol della partita a soli cinque minuti dalla fine. La squadra olandese ha raggiunto nuovamente la finale la stagione successiva, ma è stata sconfitta dal Juventus Football Club ai calci di rigore dopo 1-1 dei 120 minuti regolamentari.

La controversa legge Bosman

Per ulteriori analisi e dettagli sull'impatto e l'influenza del caso sul calcio europeo, vedere Sentenza e conseguenze della legge Bosman

Con la Stagione 1996-97 il Bosman Law che ha permesso ai giocatori della comunità di giocare in una squadra senza occupare un posto straniero, e che ha portato reciprocamente all'inclusione di più giocatori dal resto del mondo liberando i membri della comunità quei posti di stranieri consentiti. Ciò ha indotto i club con più potere d'acquisto a lanciarsi per assumere i migliori giocatori della scena internazionale, aumentando il loro potenziale a scapito di altri club europei con meno potere finanziario. Da allora, e con l'eccezione di un solo anno, il vincitore della competizione è stato membro di uno dei quattro migliori campionati di calcio in Europa: il Premier League Inglese, il Bundesliga Tedesco, il Primera División Spagnolo o il Serie A Italiano. Una frase controversa le cui ripercussioni Ci sono voluti decenni per diventare brevetto e queste sono state alcune delle cause che hanno segnato il futuro del calcio europeo.

A seguito della sentenza, il BV Borussia ha vinto la prima Champions League della sua storia dopo aver sconfitto la Juventus FC 3-1 in Germania, in un'edizione che ha preceduto l'istituzione del nuovo formato della competizione. In questo, approvato per la stagione 1997-98 in cui è stato visto per la prima volta un formato più vicino a quello attuale, il numero di squadre partecipanti è stato aumentato come misura più notevole. È stato l'anno in cui, finalmente, dopo trentadue anni di attesa, il Real Madrid CF è stato nuovamente proclamato vincitore dopo aver sconfitto per 1-0 la Juventus FC, arrivata alla terza finale consecutiva.

Ho dovuto aspettare fino al 1998-99 vedere un club inglese ancora una volta incoronato dopo gli eventi di Heysel. Il Manchester United FC ha battuto l'FC Bayern dopo aver ribaltato la partita nei minuti di recupero e ha vinto 1-2 grazie ai gol di Teddy Sheringham y Ole Gunnar Solskjær, realizzando una delle più grandi imprese nella storia delle finali. Fu il preludio a quella che sembrava essere la fine della competizione, dopo l'accordo di una Super League. Nonostante questo, e forse per non avere abbastanza tempo per Tale Una complessa ristrutturazione è stata al suo posto una serie di modifiche che avrebbero migliorato il torneo. Uno dei più rilevanti è stato l'espansione delle squadre partecipanti, che ha interessato anche il Coppa UEFA con una profonda ristrutturazione che ha portato all'assorbimento e alla scomparsa del Coppa delle Coppe.

Calcio contro la povertà 2014 - Zidane 4

Zinedine Zidane ha dato il suo 9 ° titolo al Real Madrid con il miglior gol considerato di tutte le finali.

Con trentadue squadre partecipanti alla sua fase finale si sono affrontate nella finale del Stade de France, e per la prima volta nella storia della competizione, due squadre dello stesso paese: Real Madrid CF e Valencia Soccer Club, squadra che ha raggiunto la finale per la prima volta. I madrileni hanno battuto i valenciani di tre gol a zero, con gol da Fernando Morientes, Steve McManaman y Raúl González, che è stato il capocannoniere della competizione fino a quando non è stato superato nel 2014 da Lionel Messi y Cristiano Ronaldo. I valenciani hanno cercato di rimediare alla sconfitta il prossimo anno, ma senza fortuna. Questa volta l'FC Bayern ha conquistato il titolo vincendo i calci di rigore grazie alla prestazione del portiere Oliver Kahn che ha fermato tre tiri.

Per la terza volta una squadra spagnola ha raggiunto la finale quando, ancora una volta, il Real Madrid CF ha raggiunto l'ultima partita dell'edizione 2001-02, giocata in Hampden Park, Glasgow. Nella sua terza finale in cinque anni ha battuto 2-1 a Bayer Leverkusen ottenendo così la sua nona Coppa dei Campioni e la terza con il nuovo formato della Champions League. In questa partita il gol al volo ricordato di Zinedine Zidane che ha dato la vittoria ai madrileni in anno del suo centenario. Questo obiettivo è stato considerato dal UEFA come il miglior gol nella storia delle competizioni europee e delle finali di Champions League.

In Stagione 2002-03 ancora e per la seconda volta nella storia due squadre della stessa nazione si sono incontrate in finale. L'Italia è stata rappresentata nella finale di Old Trafford tra Milan e Juventus FC, che hanno disputato la quarta finale in otto anni, con i milanesi vincitori dei calci di rigore.

Quindi, l'unica edizione con la presenza di un paese diverso dai quattro considerati il ​​più forte in termini di calcio in Europa da quando è stata raggiunta la legge Bosman. Portogallo e Francia, e più specificamente FC Porto e Monaco - al debutto in finale - sono stati misurati in modo che i portoghesi siano stati proclamati vincitori per la seconda volta nella loro storia dopo aver sconfitto i francesi per 3-0. Da allora la finale è sempre stata dominata da un rappresentante dei quattro campionati maggiori, producendo anche una curiosa alternanza tra i vincitori. Va notato che per la data denominata come G-14, e successivamente ristabilito come Associazione dei club europei (ECA) ha iniziato a studiare seriamente la possibilità di creare una competizione in sostituzione della Champions League composta esclusivamente dai club più forti d'Europa.Questi movimenti hanno messo in allerta la UEFA, che ha iniziato a istigare nuove formule per stabilire la sua competizione. proiezione.

Inghilterra, Spagna e Italia, in quest'ordine, si sono alternate nella conquista dei successivi sei campionati, che hanno sottoscritto l'idea della ECA. Liverpool FC - che ha finalmente vinto il suo quinto titolo per essere l'ultima squadra a possederlo - AC Milan, Manchester United e Internazionale sono state le vincitrici insieme all'FC Barcelona, ​​che ha vinto due titoli in questa successione.

Questo periodo ha lasciato numerosi eventi eccezionali nelle finali della competizione. Nella prima delle suddette finali la squadra di Liverpool recuperato da uno svantaggio di tre gol per essere considerato una delle migliori partite del torneo. Nella finale in cui Maldini è diventato il giocatore più anziano a segnare e segnare il gol più veloce in una finale di Champions League gli inglesi sono riusciti a pareggiare la partita in secondo tempo e forza ai supplementari prima del gol polacco Jerzy dudek ha dato il titolo agli inglesi ai calci di rigore Un altro evento si è verificato nel titolo vinto dai tifosi del Barça contro il Barcellona. Arsenal nel 2005-06 quando un giocatore fu espulso per la prima volta in una finale di Champions League, quella del portiere tedesco per «i Gunners», Jens Lehmann. Nell'edizione 2006-07 il club rossonero ha vinto il suo settimo titolo in una stagione segnata dallo scandalo del Calciopoli nel campionato italiano, che quasi costò alla squadra italiana la partecipazione alla competizione. L'ultimo degli eventi notevoli è avvenuto con la vittoria del gruppo di Manchester in quanto era la prima finale della competizione tra due squadre inglesi, e la terza volta che si svolgeva tra squadre dello stesso paese e che è stata decisa da un errore di John Terry nella fatidica serie di calci di rigore. Nel 1991, la UEFA ha chiesto al suo partner commerciale, Television Events and Media Marketing (TEAM), di aiutare il contrassegno della Champions League.

L'influenza delle "quattro grandi leghe" (dal 2009)

In Stagione 2009-10 Si è stabilito un nuovo format nella competizione che ha separato i campioni nazionali di campionato dalle squadre non campionesse nella fase precedente, entrate in scena nel terzo dei quattro turni precedenti, cercando ancora una volta maggiore competitività nella competizione e alleggerendo l'iniziativa dell'ECA di un concorso annesso, mentre ancora una volta è stato aumentato il numero dei partecipanti nelle fasi precedenti, e la data della finale è stata spostata a sabato.

Cristiano Ronaldo e Lionel Messi - Portogallo vs Argentina 9 febbraio 2011

Cristiano Ronaldo y Lionel Messi, due dei giocatori che hanno fatto la storia negli ultimi anni.

La tendenza non è cambiata per la delusione della UEFA, e ancora una volta Italia, Spagna, Inghilterra e Germania - che non vincevano da dodici anni - sono tornate campioni. Nel fine 2009-10 el FC Internazionale ha vinto il suo terzo titolo dopo aver sconfitto in finale a FC Bayern 2-0, diventando il primo club italiano a vincere il trifoglio europeo, essendo il sesto club europeo a farlo dopo quello ottenuto dai giocatori del Barça solo pochi anni prima. Precisamente hanno vinto il loro quarto titolo un anno dopo, dopo aver ristampato la finale che si è svolta nel 2009 e si è svolta in 2012 la seconda sconfitta nella storia della competizione di un club che ha giocato il titolo nella propria città e nel proprio stadio. Il Chelsea ha alzato il suo primo titolo dopo aver vinto il Allianz Arena Bayern ai rigori, in un'altra emozionante finale nei minuti che precedono la fine del match. I bavaresi, tuttavia, sono stati in grado di recuperare l'anno successivo dopo aver battuto il Barcellona per 7-0 complessivamente in semifinale e aver prevalso 2-1 in finale di Wembley al Borussia Dortmund —Prima finale disputata tra due squadre tedesche e quarta tra squadre della stessa nazione, dopo il 2000 (spagnolo), 2003 (italiane) e 2008 (inglese) -, riuscendo a proclamarsi campioni continentali per la quinta volta nella loro storia e vincere il loro primo «terzina»League-Cup-Champìons, prima a turno da un club tedesco.

Nella stagione 2013-14, una finale giocata per la quinta volta da club della stessa nazione, che è stata anche la prima nella storia del torneo ad essere giocata da squadre della stessa città. Cristiano Ronaldo ha stabilito il record di gol della competizione, segnando diciassette gol che hanno aiutato il Real Madrid a vincere il decimo titolo, dopo aver vinto il Fine di Lisbona contro l'Atlético de Madrid 4-1.

Nella campagna 2014-15, si è svolta la 60a edizione del concorso. Il Barcellona ha vinto il titolo per la quinta volta nella sua storia, dopo aver vinto il fine di berlino Juventus 3-1, eguagliando i cinque titoli conquistati da Bayern e Liverpool. D'altra parte, la squadra transalpina è diventata con sei, il club con il maggior numero di secondi classificati nella competizione.

Di nuovo in stagione 2015-16, si sono scontrati nel file Finale di Milano, Atlético de Madrid e Real Madrid CF, essendo la seconda volta nella storia che due squadre della stessa città si sono contese il titolo, oltre ad essere la sesta volta che una finale è stata ripetuta nella storia del torneo, e lasciando l'Atléticos come club con il maggior numero di finali perse, tre, senza essere stato proclamato campione della competizione. A livello individuale, il portoghese Cristiano Ronaldo e l'argentino Lionel Messi, in questa stagione hanno battuto il record di reti nella competizione, che fino ad allora ha tenuto Raúl González con settantuno gol. I gol segnati da Cristiano, lo hanno reso il primo calciatore a raggiungere il Centinaia di gol nelle competizioni UEFA, Oltre a stabilire un nuovo record di punteggio in una fase a gironi con undici gol e firmare il suo quinto premio come miglior marcatore - eguagliando Lionel Messi, che ha il miglior rapporto di punteggio a partita nel suo nuovo formato -, sottolineando che dal 2008 ha detto che la distinzione ha è stato assegnato a loro, sia al Real Madrid che al Barcellona. Insieme a madridisti e barcelonisti, anche il già citato FC Bayern si è distinto dal punto di vista sportivo, occupando tra i tre diciotto dei trentadue posti in semifinale dall'attuale formato della competizione, e in cui uno dei tre è riuscito a comparire in una delle otto finali giocate da allora e ha ottenuto sei titoli tra i tre che hanno reso chiara l'idea di questi club di formare una nuova Super League, che tuttavia impallidì la UEFA con un nuova ristrutturazione.

Nuova riforma e influenza della Corte dei conti europea

Dal momento che il suddetto Associazione dei club europei (ECA) nel suo organo G-14 originale contemplò la possibilità all'inizio degli anni 2000 che i suoi grandi club avrebbero condotto una disintegrazione per formare una lega europea privata o una Super League europea che avrebbe riunito i migliori club considerati del continente, essi sono stati introdotti in conversazioni costanti con la UEFA per cercare un futuro comune favorevole a tutte le parti. Sebbene sia vero che una simile iniziativa non richiederebbe la UEFA per la sua concezione, entrambe le parti ritengono che una collaborazione congiunta sia la cosa più stabile a beneficio di tutti , tenute e club, senza mettere in pericolo troppa sussistenza, le discrepanze hanno raggiunto anche l'ambiente FIFAe dal 2006 erano vicini a continuare i loro percorsi al di fuori della loro struttura.

Da allora, la UEFA ha condotto molte delle sue riforme tenendo conto delle richieste o delle esigenze dell'ECA, ad esempio il fatto che i principali campionati hanno più squadre che partecipano alla competizione - accettata e stabilita dalla UEFA nella competizione nelle sue ultime ristrutturazioni - quindi tale come riconsiderare i criteri di distribuzione o la loro influenza sui ricavi televisivi per citarne alcuni, tuttavia alcuni di essi come il Fair-play finanziario o Pool di mercato Continuano ad essere oggetto di dibattito tra le due organizzazioni, motivo per cui entrambe hanno firmato un accordo triennale in vigore tra le stagioni. 2018 y 2021 in cui la competizione subirà il suo importante rimodellamento a favore di questi grandi club e che sembra portare alla definitiva ristrutturazione delle competizioni europee, fino all'entrata in vigore della nuova competizione.

Sergio Ramos Confederations Cup 2013 ritagliato

Sergio Ramos, capitano di tre titoli consecutivi, un'impresa ineguagliata da Beckenbauer nel 1976.

Per quanto riguarda lo sport, la prima stagione dopo la firma di questo accordo ha lasciato ancora una volta le grandi squadre come punti di riferimento nella competizione. Delle 78 squadre coinvolte dalle fasi di qualificazione e fino alle 16 dalla fase a eliminazione diretta, solo il Associazione Sportive de Monaco Football Club, la Sport Lisbona e Benfica, la Calcio Club di Porto e il Leicester City Football Club Non sono tra quelli considerati grandi dall'ECA che potrebbero costituire la nuova competizione, ma sono tutti membri di detto organoQuattro squadre spagnole, tre tedesche, due italiane, due inglesi e una francese per un totale di 12 sono tra quelle che guidano questa divisione, e dal 2004 alcune di loro sono state campionesse di Champions League.

Alla fine del Edizione 2016-17, il vincitore è stato nuovamente proclamato Club di calcio del Real Madrid dopo aver battuto il Juventus Football Club 4-1 in quella che è stata la sua seconda finale consecutiva, terza finale in quattro anni, essendo la quinta squadra che ha giocato una finale come campione attuale sotto il formato attuale. Era il dodicesimo titolo mondiale per "i bianchi" ed è riuscita a essere la prima squadra a riconvalidare il titolo nella nuova competizione - qualcosa che aveva già raggiunto con il suo nome di Coppa Europa -, essendo il suo terzo titolo in quattro anni, record mai visto dagli anni XNUMX. Individualmente, i portoghesi Cristiano Ronaldo è stato proclamato capocannoniere della competizione per il quinto anno consecutivo, elevando il suo numero di gol nella competizione oltre i cento gol, essendo il primo calciatore a raggiungerlo.

Lungi dall'essere più competitivi, hanno raggiunto i quarti di finale del Edizione 2017-18 otto squadre appartenenti ai "quattro campionati maggiori", fatto prodotto per la prima volta nella competizione, tra cui un totale di 29 campionati, e un totale di 126 presenze nel suddetto turno, che ha notevolmente aumentato il L'idea di formare la Super League Europea entro il 2021, anche se paralizzata a scapito del triennio 2018-21. Alla fine sono stati Real Madrid CF e Liverpool FC ad accettare il fine di Kiev, con cui i madrileni sono diventati il ​​gruppo con il maggior numero di finali giocate con il vecchio e nuovo formato di competizione, allo stesso tempo che il fine 1981. Il trionfo del Madrid li ha resi la prima squadra a vincere tre campionati consecutivi da quando l'FC Bayern lo ha fatto negli anni '1970, completando un intero periodo di cinque anni di vittorie spagnole nella competizione (2014-18).

Il prossimo anno il club inglese è riuscito a proclamarsi vincitore dopo quattordici anni senza riuscirci battendo i connazionali dal Tottenham Hotspur Football Club, che stavano giocando la loro prima finale della competizione. Con il suo sesto titolo «los rossi»Era il terzo club di maggior successo, solo uno dietro il Milan, assente dalla competizione per cinque edizioni consecutive.

È stato il preludio a nuovi colloqui e negoziati sulla ristrutturazione del torneo, prevista per il 2021 ma che potrebbe essere ritardata fino al 2024 a causa delle grandi polemiche tra club e organizzazioni. Incoraggiato da alcuni dei club più influenti dell'ECA sotto Tuttavia, la protezione UEFA è stata respinta dai club e da alcuni organi della lega nazionale come spagnolo, inglese e francese, sostenendo che potrebbe destabilizzare le competizioni locali. Un sistema di promozioni e retrocessioni tra la Champions League e l'Europa League, la loro disputa al fine settimana, o l'estensione del torneo di quattro partite attraverso una nuova ristrutturazione che interesserebbe la fase a gironi o gli ottavi di finale sono alcune delle questioni più controverse sollevate.

In tonificante e accentuando gli eventi recenti, per la stagione 2019-20 è stato stabilito il record di gol più alto della fase a gironi con 308 gol segnati in 96 partite giocate, mentre per la prima volta nella storia della Champions League tutte le componenti del girone di XNUMX apparteneva alle cinque maggiori leghe del territorio: Spagna, Inghilterra, Italia, Germania e Francia. La disputa del citato pareggio coincise con lo scoppio del sindrome respiratoria acuta grave coronavirus-2, One pandemia virale globaleQuesto è arrivato in Europa dall'Asia. Mentre diversi paesi del continente registravano casi di contagio e decessi, le organizzazioni sportive hanno iniziato a prendere misure preventive e alcune di queste partite sono state giocate a porte chiuse (senza pubblico), e altre sono state cancellate, per fermare i loro progressi. Nonostante ciò, la preoccupazione e il contagio non sono cessati, e ci sono stati casi in calciatori e dirigenti di vari club, quindi il UEFA studiato la possibilità di annullare le gare come già fatto NBA o l' Eurolega, Per citare due esempi di portata simile. Infine, il 12 marzo, ha confermato che sia la Champions League che l'Europa League erano state sospese in attesa di nuovi eventi e ha convocato i suoi 55 membri federativi a un incontro in videoconferenza per decidere il loro futuro. riunione, l'incontro è stato rinviato. Euro 2020 l'anno successivo in previsione della pubblicazione del calendario e che le gare paralizzate potessero essere finalizzate se necessario.Viene così fissata per il mese di agosto la ripresa della Champions League, con un format dai quarti di finale ad una sola partita nella stessa sede, Lisbona.Dopo la disputa delle partite, due squadre francesi - per la prima volta nella storia del torneo, e dopo non aver ripreso le competizioni nazionali a causa della pandemia - e due tedesche - le prime a concludere il loro campionato locale dopo la pandemia - qualificato per le semifinali, con tre delle quattro squadre classificate che possono diventare campioni per la prima volta. FC Bayern chi ha battuto il Paris Saint-Germain FC e così ha eguagliato i sei titoli del Liverpool FC, come il terzo club di maggior successo. Lo ha ottenuto anche con un pieno di vittorie, il primo club a raggiungere l'impresa, ottenendo anche il suo secondo. terzina League-Cup-Champions Al contrario, i club francesi non hanno approfittato dell'occasione per proclamarsi vincitori e per interrompere la striscia di serie dei cosiddetti "quattro campionati maggiori" nella lista dei vincitori. FC Porto, nel 2004 e Olympique de Marseille nel 1993 sono rimasti un anno in più come ultime occasioni per rompere queste tendenze.

Sistema di concorrenza

Per un dettaglio completo dei club partecipanti e il formato della competizione vedere Formati e club partecipanti alla UEFA Champions League

Partecipanti e formato

Fase a gironi di Champs League dei membri della UEFA

Mappa dei paesi della UEFA le cui squadre hanno raggiunto la fase a gironi.      Paese rappresentato nella fase a gironi.      Paese non rappresentato nella fase a gironi.      Paese non membro di UEFA.

Da quando il torneo è nato nel 1955 con sedici partecipanti invitati, vi hanno partecipato un totale di 524 squadre diverse. A partire dalla seconda edizione, è stata la classifica finale nel sistema dei campionati europei a dare accesso alla competizione, passando poi a venti -due partecipanti, i campioni di ogni paese o regione più il campione in carica. Nonostante sia stato sin dall'inizio il sistema scelto per i partecipanti, la poca accettazione che la sua prima edizione ha avuto tra i club li ha spinti a venire per il suddetto invito. Un numero in aumento fino agli ottantacinque partecipanti all'ultima edizione del 2014-15, di cui trentadue che continuano a disputare la sua fase finale. Era il 1997 quando anche la seconda classificata nazionale entrò per la prima volta nel torneo, e nel 1999 fino al quarto posto tenendo conto del Coefficiente UEFA.

Dalla stagione 1999-2000 Alla competizione partecipano 32 squadre, organizzate in un primo turno che si gioca sotto forma di campionato. Ci sono otto gruppi con quattro squadre in ogni gruppo (per regola del UEFA, non possono esserci due squadre dello stesso paese in un unico gruppo). Le squadre dei gironi si affrontano avanti e indietro e le prime due classificate passano al turno successivo, l'ottavo di finale; il terzo di ogni gruppo andrà al sedicesimo del UEFA Europa League.

Nel sorteggio del primo turno, vengono stabiliti anche i calendari in modo che due squadre dello stesso paese non giochino entrambe in casa o entrambe fuori nello stesso giorno (o nel caso in cui un paese avesse tre o quattro squadre, in modo che due squadre provenienti dalla stessa nazione non giocano entrambe in casa o in trasferta nello stesso giorno, se si tiene conto che ogni giornata si gioca tra il martedì e il mercoledì della stessa settimana). Inoltre non è consentito giocare partite di UEFA Champions League contemporaneamente in campi situati a meno di 200 km di distanza. Questa regola ha un'eccezione per quanto riguarda l'equipaggiamento russo (negoziato dal defunto Unione Sovietica e che si mantiene oggi), per il quale, a causa delle basse temperature che questo Paese registra in inverno, è stabilito che nell'ultimo giorno del primo turno non vi si disputano partite. Paradossalmente, questa regola non è applicabile ad altre repubbliche ex sovietiche come Ucraina, Estonia o Bielorussia, tra le altre.

Una delle caratteristiche tradizionali del torneo fino al 2018 era che tutte le sue partite si giocavano il martedì o il mercoledì alle 20:45 (ora dell'Europa centrale) contemporaneamente, ad eccezione della finale e dei paesi dell'Europa orientale o dell'Eurasia. Da quel momento in poi, mantenendo martedì e mercoledì come date delle partite, gli orari sono stati divisi in 18:55 e 21:00.

Nelle fasi successive (eliminazione diretta) fino alla finale c'è il criterio del tie-break del maggior numero di gol segnati nel tempo opposto. Sia alla fine dei novanta minuti che agli straordinari.

Agli ottavi di finale ci sono 16 squadre che si affrontano a eliminazione diretta. Ogni squadra affronterà un'altra squadra a due gambe e la vincitrice accederà ai quarti di finale, in cui ci saranno 8 squadre che si affronteranno nuovamente in via eliminatoria. In semifinale ci sono 4 squadre. Ci saranno due partite e il vincitore di ogni partita raggiungerà la finale. La finale è l'unica partita che si gioca in una sola partita e su un campo neutro scelto dal UEFA prima dell'inizio della competizione.

Tradizionalmente, il torneo ha sempre permesso al campione in carica di difendere il titolo senza essere un campione del campionato. Dopo aver ristrutturato e ampliato il numero di partecipanti dei campionati più forti, la UEFA ha regolato questo tipo di situazione. Dando alla campionessa il privilegio di essere la prima testa di serie nei sorteggi, oltre all'accesso diretto alla fase a gironi. E lasciando nelle mani delle federazioni nazionali la possibilità di inviare il campione in carica, ma a discapito dell'ultimo classificato nelle posizioni di accesso ad esso e sempre su richiesta alla UEFA da parte della federazione. real Zaragoza e il Club di calcio del Real Madrid, quarto e quinto rispettivamente nella stagione 1999-2000O il Everton Football Club e il Liverpool Football Club in Stagione 2004-05, nella stessa situazione.

A partire dal 2018, sotto una nuova ristrutturazione promossa dagli stessi club, le quattro migliori federazioni avevano quattro squadre qualificate direttamente per la fase a gironi, insieme alle migliori due delle due successive. Le quote dirette sono state completate dai campioni delle federazioni con la migliore classifica dal settimo al decimo posto. E 'invece proseguito il precedente sistema di classificazione di due percorsi, tenuto conto delle classifiche del torneo nazionale, ed è stato mantenuto il limite di massimo cinque club della stessa nazione a partecipare, aggiungendo l'eventuale campione in carica.

Registrazione della squadra

Per la loro partecipazione, a scapito di aver ottenuto preventivamente la classifica per meriti sportivi, ogni Società dovrà possedere alcuni requisiti previsti dall'articolo 43 del regolamento del torneo, dovrà inviare due liste di giocatori ("A" e "B») formerà la tua rosa di giocatori validi per giocare le partite della competizione. Queste liste, che includono i numeri che devono essere utilizzati da ogni giocatore, vengono verificate, convalidate e inviate alla UEFA, che ne dà la validità finale.

La lista "A" è composta da un massimo di 25 giocatori, due dei quali devono essere portieri, e che è generalmente la stessa formazione ufficiale del club nella sua competizione locale. Tra questi c'è un minimo di otto posti riservati esclusivamente ai giocatori allenati localmente, cioè in cava del club. Se hai meno di otto giocatori formati localmente nella tua squadra, il numero massimo di giocatori nell'elenco "A" verrà ridotto di conseguenza. Affinché un giocatore possa essere preso in considerazione per l'allenamento, deve aver giocato in una delle squadre del club di età compresa tra 15 e 21 anni o averlo fatto in un altro club dello stesso paese.

Se un club non può avere almeno due portieri nella sua lista 'A' a causa di infortuni o malattie a lungo termine (di almeno 30 giorni di convalescenza), un club può sostituirli temporaneamente in qualsiasi momento durante la stagione.

I nati dopo il 1 gennaio 1995 sono iscritti nell'elenco 'B', a condizione che possano giocare per la società in questione per un periodo ininterrotto di due anni dal compimento del 15 ° anno di età (i giocatori di 16 anni possono essere iscritti se sono stati nel club nei due anni precedenti). I club possono inserire un numero illimitato di giocatori nell'elenco "B" durante la stagione, ma l'elenco deve essere presentato entro e non oltre le 24: 00CET del giorno prima di una partita.

I club possono cambiare squadra durante la stagione a condizione che accedano alla fase finale a eliminazione diretta, a quella a eliminazione diretta e notificandola prima di tale data. Possono iscrivere fino ad un massimo di tre nuovi giocatori, e comunque viene mantenuto il limite di 25 giocatori nella lista "A". Questi giocatori avrebbero potuto giocare la fase di qualificazione di Champions League o Europa League in precedenza, ma solo uno di loro potrebbe aver giocato nella fase a gironi di Europa League; Sebbene nessuno dei convocati possa rappresentare due squadre di Champions League dalla fase a gironi in poi, circostanza che è stata revocata per la stagione 2019-20 senza vincoli di alcun genere, in linea con i campionati locali e per non imporre ostacoli ai trasferimenti. del mercato invernale.

Emblemi e trofeo del campione

Trofeo UEFA Champions League

Trofeo attuale, valido dall'edizione 1966-67.

La coppa che viene assegnata al vincitore del torneo ha avuto due diversi design nel corso della storia. La prima versione della coppa è stata consegnata dalla prima stagione (1955-1956) fino alla stagione 1965-1966. Nel marzo 1967, il Comitato Esecutivo UEFA ha autorizzato il real Madrid FC per rimanere nella proprietà con questo primo trofeo che è stato donato dal giornale il team All'origine della competizione, essendo la squadra di maggior successo fino ad oggi, a quel tempo i madrileni erano anche i campioni in carica, dopo aver vinto il loro sesto campionato e aggiungendolo ai primi cinque raggiunti di fila.

Inizio della stagione 1966-67 Il trofeo è stato sostituito da una coppa d'argento disegnata dallo svizzero Jörg Stadelmann, alta 74 centimetri e del peso di 8 chili. Questo modello è popolarmente noto come "la orejona" in Spagna e America Latina per le sue grandi maniglie. Nel Stagione 1968-69 Venne introdotta una nuova regola: ogni squadra che si sarebbe proclamata campionessa del torneo tre volte di seguito o cinque volte alternate, avrebbe ricevuto il trofeo, e poi un nuovo ciclo sarebbe iniziato con un nuovo trofeo dello stesso disegno.
Questa regola è rimasta in vigore fino al Stagione 2007-08, dove le squadre che si autoproclamavano campioni senza poter completare il ciclo dovevano restituire il trofeo due mesi prima della finale dell'anno successivo, dando loro in cambio una replica in scala minore. Stagione 2008-09 La UEFA è il proprietario ad eternum del trofeo e presenta una replica esatta al campione - mai più ricevuto il trofeo autentico nella proprietà - così come uno speciale distintivo di riconoscimento.

Di seguito sono riportati gli unici cinque club che hanno il trofeo autentico nelle loro bacheche secondo l'ordine cronologico del suo ottenimento:

  • Flag of Spain.svg Club di calcio del Real Madrid (dopo aver vinto le edizioni di 1956, 1957, 1958, 1959, 1960 y 1966: 5 di fila e 1 alternato).
  • Flag of the Netherlands.svg Amsterdam Football Club Ajax (dopo aver vinto le edizioni di 1971, 1972 y 1973: 3 di fila).
  • Flag of Germany.svg Calcio-Club Bayern (dopo aver vinto le edizioni di 1974, 1975 y 1976: 3 di fila).
  • Flag of Italy.svg Associazione Calcio Milan (dopo aver vinto le edizioni di 1963, 1969, 1989, 1990 y 1994: 5 alternative).
  • Bandiera dell'Inghilterra.svg Liverpool Football Club (dopo aver vinto le edizioni di 1977, 1978, 1981, 1984 y 2005: 5 alternative).

Emblemi del campione

Dall'inizio del Stagione 2000-01, sei club hanno il diritto di indossare le insegne dei campioni multipli (in Inglese, badge vincitore multiploPer ottenerlo, dette squadre devono vincere tre trofei consecutivi o, in mancanza, cinque supplenti, avendo un disegno di un ovale in posizione verticale con fondo argento, contenente al suo interno in bianco, l'attuale logo della sagoma del trofeo della competizione e il numero dei titoli vinti dal club, con la tipografia ufficiale UEFA.

A differenza della vecchia regola di ottenere il trofeo in proprietà, l'account per ricevere il badge non ricomincia quando una squadra raggiunge uno di questi cicli, ma viene mantenuto.

FC Bayern Blaues Ehrenwappen 2002

Vecchia patch per più campioni.

Quattro club hanno ricevuto automaticamente l'emblema nel 2000 per i risultati raggiunti finora:

  • Flag of Spain.svg Club di calcio del Real Madrid (emblema di 8 coppe dopo aver vinto le edizioni di 1956, 1957, 1958, 1959, 1960, 1966, 1998, 2000; se ne aggiungono in seguito altri 5 per portare un emblema di 13 bicchieri dopo le edizioni di 2002, 2014, 2016, 2017 y 2018).
  • Flag of Italy.svg Associazione Calcio Milan (emblema di 5 coppe dopo aver vinto le edizioni di 1963, 1969, 1989, 1990 y 1994; se ne aggiungono in seguito altri 2 per portare un emblema di 7 bicchieri dopo le edizioni di 2003 y 2007).
  • Flag of the Netherlands.svg Amsterdam Football Club Ajax (emblema di 4 coppe dopo aver vinto le edizioni di 1971, 1972, 1973 y 1995).
  • Flag of Germany.svg Calcio-Club Bayern (emblema di 3 coppe dopo aver vinto le edizioni di 1974, 1975 y 1976; aggiungendone altri 3 per portare un emblema da 6 tazze dopo le edizioni di 2001, 2013 y 2020).

Successivamente altri due club hanno ottenuto il diritto di indossare lo stemma:

  • Bandiera dell'Inghilterra.svg Liverpool Football Club (emblema di 5 coppe dopo aver vinto le edizioni di 1977, 1978, 1981, 1984 y 2005; viene aggiunto in seguito 1 altro per portare un emblema di 6 bicchieri dopo l'edizione di 2019).
  • Flag of Spain.svg Futbol Club Barcelona (emblema di 5 coppe dopo aver vinto le edizioni di 1992, 2006, 2009, 2011 y 2015).

Distintivo del detentore del titolo della UEFA Champions League 2012

Emblema del campione in carica.

Inoltre e dall'inizio della stagione 2012-13, il campione porta durante la stagione successiva uno stemma di campione simile a quello di pluricampione con la sagoma del trofeo e l'anno che lo indica come campione in corso, potendolo indossare fino a quando non viene proclamato vincitore una nuova squadra Chelsea Football Club, primo portatore del nuovo emblema, Calcio-Club Bayern, Club di calcio del Real Madrid, in quattro occasioni, Futbol Club Barcelona y Liverpool Football Club l'hanno portato.

inno

La concorrenza ha il suo inno scritto nelle tre lingue principali della competizione, inglese, tedesco e francese dal 1992. Il coro si gioca prima dell'inizio di ogni partita di Champions League. Allo stesso modo, i canali televisivi che trasmettono le partite di Champions League sono obbligati a trasmetterne una versione ridotta prima e dopo la partita.

Testi:

Ce sont les meilleures équipes
È sind die allerbesten Mannschaften
L'evento principale
Die meister
Muori Besten
Le grandi squadre
I campioni

Un grande incontro
Eine grosse sportliche Veranstaltung
L'evento principale
Ils sont les meilleures
Sie sind die Besten
Questi sono i campioni
Die meister
Muori Besten
Le grandi squadre
I campioni

Die meister
Muori Besten
Le grandi squadre

I campioni "

Testi dell'inno della UEFA Champions League.

Proposta di concorso continentale chiuso

ECA European League

Entrambi dall'originale G-14 come dalla corrente Associazione dei club europei (ECA), un ente privato formato dai principali club europei per garantire interessi comuni, i suoi membri più rappresentativi hanno sostenuto la creazione di una Lega europea chiusa a livello continentale, in sostituzione dell'attuale Champions League, simile alla Eurolega, una competizione sponsorizzata dai principali club di basket europei nel 2000. Da quando la loro idea è nata nei primi anni 2000 - riprendendo una proposta del 1998 da Media Partners alla UEFA - hanno cercato una maggiore retribuzione economica oltre a progettare una competizione che attrasse un maggior numero di introiti e sponsor più consoni con l'attuale sviluppo del calcio che crescerebbe anche nello sport, come dichiarato dal suo presidente Karl Heinz Rummenigge:

“Non dobbiamo escludere che in futuro si possa creare un campionato europeo con i grandi club di Italia, Germania, Spagna, Inghilterra e Francia; tramite la UEFA o in un'organizzazione privata che ospiterebbe una ventina di squadre. I migliori club si stanno rafforzando rispetto agli altri nei grandi campionati e un altro campionato sta già nascendo oltre la Champions League ”.
Karl-Heinz Rummenigge. 21 novembre 2016. Milano

Le dichiarazioni, prodotte a seguito dei consigli sul Correttezza L'istituto finanziario UEFA, i cui regolamenti considerano restrittivi nei loro interessi costringendo i loro investimenti a favore di una presunta equità sportiva con altri club con minori ripercussioni, è stata una delle prime manifestazioni pubbliche a favore del cambiamento. Sebbene sia vero che il suddetto provvedimento, così come altri soggetti alla stessa controversia come la distribuzione del reddito - in particolare Pool di mercato- Sono a vantaggio di un bene comune per tutte le squadre, è vero che il potenziale delle grandi squadre è ridotto rispetto ad altri sport con minore impatto a livello mondiale e che ricevono maggiori benefici:

“La Champions League vale 1.500 miliardi di euro di diritti televisivi contro i quasi 7.000 miliardi della NFL. Le ricerche di mercato mostrano che dei 2.000 miliardi di appassionati di sport nel mondo, 1.600 sono appassionati di calcio e solo 150 milioni sono appassionati di calcio. È necessario riflettere sulle potenzialità inesplorate degli attuali formati di competizione nel calcio ”.
Andrea Agnello, Presidente della Juventus FC. 21 novembre 2016. Milano

Sebbene l'aspetto economico sia solo uno dei motivi addotti dall'ente per la creazione di quella che è popolarmente conosciuta come Superliga, la sua nascita trova i suoi maggiori detrattori nelle squadre minori e nelle federazioni e livelli dei rispettivi campionati nazionali, rivendicando il potere di essere entrate sostanzialmente ridotte e sponsor che mettono a rischio i loro mezzi di sussistenza. Nonostante ciò, la Corte ha più volte affermato che si tratta di un percorso in cui stanno lavorando, e che può vedere la luce nell'anno 2021. Non invano, dal momento che il UEFA Champions League 2004-05 Tutti i finalisti della competizione erano membri dell'ECA e sono tra i venti club citati come candidati alla creazione della Super League, circostanza su cui fondano anche la loro decisione, ribadendo la loro differenza rispetto al resto dei club.

ACE logo.svg

La Associazione dei club europei, principale sostenitore di un nuovo campionato europeo.

Dopo aver studiato il caso dalla UEFA e dall'ECA nell'estate del 2016, c'è stata una ristrutturazione della Champions League per un triennio di edizioni dal Stagione 2018-19, valido fino al 2021. In quel periodo i quattro migliori classificati dei quattro migliori campionati europei considerati avranno un posto garantito nel torneo, una misura per ritardare e / o evitare la loro divisione o che precederà una nuova ristrutturazione all'interno del margine UEFA Mettere il rinnovato come uno specchio Eurolega basket, o il Premier League dall'Inghilterra, i colloqui sono stati ripresi a favore di una soluzione per entrambe le parti.

Nonostante le discrepanze, è auspicabile che la UEFA accetti la competizione nel suo quadro, anche se non è necessario crearla. Lo stesso caso è accaduto all'inizio della Champions League, inizialmente promossa dal quotidiano il team. Alcuni dei cambiamenti avvenuti o in corso per ridurre l'impatto sono stati la riduzione delle diverse leghe nazionali a un massimo di 18 squadre, che ogni federazione è rappresentata nell'organizzazione. Economicamente, i mercati sempre più globalizzati aprono possibilità ad altre opzioni, in quanto è finanziato o conteso da territori come America o Asia, aggiungi club da tutto il mondo o unisci Champions League e Europa League, Come alternative remote. In ogni caso si fa riferimento a un passo quasi inevitabile che il calcio dovrà compiere nei prossimi anni. Nonostante tutto, nella primavera 2017 l'ECA ha annunciato dopo un incontro con il dirigente delle competizioni UEFA che le nuove riforme e ristrutturazioni effettive nel 2018 soddisferanno le loro richieste fino a un certo punto, raggiungendo un accordo per sostenere, almeno per il momento, la Champions League. Un altro dei provvedimenti approvati dopo il loro studio è stato il cambio di orario, che dal 2018 sarà alle 18:55 e alle 21:00 invece di le solite 20:45 per favorire i contratti televisivi di altri continenti.

Un nuovo incontro tra le tenute ha potuto delineare alcune tematiche da attuare a partire dall'edizione 2024-25. A favore di aumentare gli introiti e di dare più durata al torneo a beneficio dei soggetti coinvolti, è stata la possibilità di aumentare di quattro il numero degli incontri. studiata per giocare fino alle 17, inclusa la finale Le opzioni previste erano quella di sostituire l'attuale turno degli ottavi di finale con un secondo girone di campionato già in vigore nella competizione; o ristrutturare l'attuale fase a gironi di otto fazioni con quattro squadre ciascuna in cui si qualificano le prime due, in uno dei sei gruppi con sei squadre ciascuna in cui si qualificano le prime due e le quattro migliori terze parti. non è stato confermato dalla UEFA è ancora in fase di studio per vedere in particolare quale impatto avrebbe sui calendari un aumento del numero di partite che potrebbe interessare altre competizioni locali.

Super League Europea

Sebbene all'inizio la Super League Europea e la ECA European League siano nate come progetti indistinti, lo sfondo era lo stesso, la creazione di una competizione europea che ha riunito le migliori squadre del continente, prendendo le distanze dalla Champions League. I primi incontri per stabilire una Super League si sono svolti nel 1998, quando il gruppo Media Partners l'ha proposta alla UEFA invece che alla Champions League. Il caso, studiato al congresso della tenuta di Ginevra con i vari rappresentanti delle leghe nazionali, è stato finalmente respinto, nonostante il loro accordo iniziale per iniziare nel 1999, e i punti e le trattative discussi erano sconosciuti. Nonostante questo, è stato il risultato di varie ristrutturazioni nell'ampliamento delle attrezzature e che hanno interessato anche il Coppa UEFA e la scomparsa di Coppa delle Coppe. Sembra un preludio alle proposte della Corte dei conti europea del 2000 di ristrutturare completamente il torneo. L'evoluzione dei cambiamenti nelle edizioni riguardo alle richieste dei club ha scambiato opinioni in materia tra detrattori e tifosi, sotto l'appellativo di Lega Europea.

Nonostante il fatto che l'ECA avesse in linea di principio più definito il progetto, anche avendo diversi incontri con la UEFA, l'idea è nata da quelli considerati i club più influenti del continente - estrapolati come membri fondatori della Corte dei conti europea-. L'evoluzione del corpo stesso ha avuto un impatto diretto sulla creazione della Lega Europea da allora unendosi a più club come associati, le preoccupazioni reciproche hanno creato un conflitto di interessi. Ecco perché i club più influenti o fondatori hanno iniziato a prendere le distanze dal progetto ECA per riprenderlo da soli.Allo stesso tempo, la ristrutturazione che la UEFA stava adottando in Champions League a favore di alcune richieste dei grandi club paralizzati in misurare la creazione della nuova concorrenza.

Nonostante le notizie al riguardo siano state ridotte dopo gli accordi raggiunti tra club e UEFA fino al 2021, l'idea è rimasta presente tra i club a favore di una profonda ristrutturazione. Questa volta è stato Stephen Ross - organizzatore del Internazionale Champions Cup, un torneo estivo che riunisce alcuni dei migliori club del mondo durante il periodo di preseason—, che ha contattato alcune di queste squadre per sondare le loro opinioni sulla creazione di una competizione parallela alla Champions League. Commissione europea A favore di alcuni atleti olandesi che hanno denunciato la loro federazione internazionale competente, che ha impedito loro di competere in competizioni fuori dalla loro giurisdizione, ha riflesso nei club un nuovo percorso dopo il malcontento della UEFA e le sue possibili rappresaglie se hanno deciso di crearla e abbandonare la protezione. Al momento, la decisione del Unione Europea ha servito i club come mezzo di pressione per far valere le loro richieste contro la UEFA, alcune delle quali riguardanti il Correttezza Finanziario, a Mercato-Pool oppure la partecipazione di giocatori di un'altra società pur avendo già disputato un'edizione con una prima.

Dopo un periodo senza quasi nessuna notizia di interesse sulla futura competizione, il 27 ottobre 2020 l'allora presidente del Fútbol Club Barcelona durante il discorso delle sue dimissioni dal club ha annunciato che potrebbe essere creato dai leader dei grandi club. A tal proposito, ha affermato:

“Posso annunciare che ieri abbiamo approvato i requisiti per far parte di una Super League europea. La decisione di disputare il concorso deve essere ratificata dalla successiva Assemblea. […] La European Club Super League garantirà che il club continui ad appartenere ai membri ".
Josep María Bartomeu. 27 ottobre 2020. Barcellona.

A seguito delle dichiarazioni, sono venuti alla luce altri dettagli, come la sua composizione, che sarebbe formata in linea di principio da un massimo di 18 club che si troverebbero ad affrontare un campionato di tutti contro tutti a roundtrip per contestare successivamente spareggio finale nella stessa sede per chiarire il campione (lo stesso del Eurolega di basket, e anche con un formato chiuso sotto adesione). Il suo inizio sarebbe previsto per la stagione 2022-23, a scapito di risolvere questioni importanti per le quali non c'è nulla di confermato. Né FIFA né UEFA, responsabili ad esempio dell'arbitrato incarichi che danno validità agli incontri e quindi ai concorsi, non solo non hanno dato la loro approvazione ma sono contrari ad essa. FIFA, consapevole di tutti i movimenti attraverso il Club World Association (WFCA) —omonimo dell'ECA in tutto il mondo—, è nella creazione di Super Coppa del Mondo per club che entrerebbe in collisione con la concorrenza europea; e la UEFA vedrebbe seriamente danneggiati gli interessi dell'attuale Champions League, così come restano riluttanti anche le federazioni nazionali di ogni territorio. spareggio Per il titolo, le otto migliori squadre sarebbero state classificate dopo la conclusione del campionato regolare da parte degli affiliati, che continuerebbero a competere equamente nei rispettivi campionati nazionali, ma resta da vedere come influirà sulle attuali competizioni UEFA. che da quando sono emerse le prime indiscrezioni sulla competizione, i club hanno sempre cercato di raggiungere un consenso con la UEFA, ACE e FIFA. Va notato che la UEFA sta anche conducendo trattative per migliorare l'attuale Champions League, dove lievi cambiamenti e decisioni per il futuro sono già stati visti nelle ultime edizioni, in modo che entrambe le competizioni possano scontrarsi negli interessi.

Questi "grandi club" sono anche sostenitori del nuovo Mondiale per Club proposto dalla FIFA, chiamato Super Coppa del Mondo per club, la cui prima edizione si terrà nel 2022. Sebbene la nuova competizione che potrebbe essere chiamata Premier europea abbia ricevuto una risposta affermativa dal club di Barcellona, ​​il vero coinvolgimento del resto dei club è sconosciuto. Ad esempio, il Real Madrid Football Club , che dopo questa nuova notizia si è detto a conoscenza del progetto, ma che non c'è ancora niente di concreto e quindi ancora niente da dire. Il torneo sarebbe finanziato dalla banca americana JP Morgan Chase & Co. con un credito di 5000 milioni euroLa rivelazione, però, avrebbe potuto essere controproducente per gli interessi delle persone coinvolte vista la complessità e la delicatezza della questione e ha dato nuove speculazioni quando appena due mesi dopo il suo presidente nell'assemblea dei delegati del club madrileno Florentino Pérez Ha affermato che era necessario un cambiamento nel calcio attuale, anche se non ha menzionato la competizione e che vari media hanno indicato la Super League come un passo:

“Il calcio ha bisogno di un cambiamento e il Real Madrid sarà lì per promuoverlo. Il calcio deve affrontare questa nuova epoca. Il Real Madrid ci sarà, come è sempre stato nella storia. Sempre alla ricerca, come dice lo stesso presidente della FIFA, Gianni Infantino, quale dovrebbe essere una priorità per il calcio, quali sono gli interessi dei tifosi. La riforma del calcio non può aspettare e dobbiamo affrontarla il prima possibile. I grandi club europei hanno miliardi di followers sparsi in tutto il mondo. Abbiamo la responsabilità di lottare per questo cambiamento; un cambiamento che dobbiamo affrontare sulla base della solidarietà ".
Florentino Pérez. 20 dicembre 2020. Madrid.

In riferimento alle ultime notizie pubblicate al riguardo, la FIFA ha rilasciato un comunicato in cui si afferma che se fosse effettuato, né lo stabilimento stesso, né il resto delle confederazioni continentali, se fosse effettuato in più territori, non lo sarebbero. essere riconosciuti privandoli anche della partecipazione al resto delle gare in corso:

Alla luce delle recenti speculazioni mediatiche sulla creazione di una 'Super League' europea chiusa da parte di alcuni club europei, la FIFA e le sei confederazioni (AFC, CAF, CONCACAF, CONMEBOL, OFC e UEFA) desiderano ribadire ancora una volta e sottolineare con fermezza che una tale competizione non sarebbe riconosciuta né dalla FIFA né dalla corrispondente confederazione. Di conseguenza, qualsiasi club o giocatore coinvolto in una tale competizione non sarebbe autorizzato a partecipare a nessuna competizione organizzata dalla FIFA o dalla sua rispettiva confederazione.
Secondo lo statuto della FIFA e delle confederazioni, tutte le competizioni devono essere organizzate o riconosciute dall'ente competente al livello corrispondente; cioè dalla FIFA a livello mondiale e dalle confederazioni a livello continentale. A questo proposito, le confederazioni riconoscono la FIFA Club World Cup, nel suo formato attuale e nuovo, come l'unica competizione globale per club, mentre la FIFA riconosce le competizioni per club organizzate dalle confederazioni come le uniche competizioni per club continentali.
I principi universali di merito sportivo, solidarietà, promozione e retrocessione e sussidiarietà sono alla base della piramide calcistica che garantisce il successo globale del calcio e sono quindi sanciti negli statuti della FIFA e delle confederazioni. Il calcio ha una storia lunga e di successo grazie a questi principi. La partecipazione alle competizioni mondiali e continentali va sempre vinta sul campo di gioco ".
Gianni Infantino e i sei presidenti continentali. 21 gennaio 2021. Zurigo.

Informazioni sui giornali francesi Le Parisien ha indicato che un totale di quindici club potrebbero essere i principali creatori del torneo e che potrebbero alleviare gli effetti economici negativi della pandemia sul calcio europeo. Sei inglese, Manchester United Football Club, Liverpool Football Club, Arsenal Football Club, Chelsea Football Club, Tottenham Hotspur Football Club y Manchester City Football Club, tre spagnoli, Club di calcio del Real Madrid, Futbol Club Barcelona y Club atletico di Madrid, tre italiani, Juventus Football Club, Calcio Club Internazionale y Associazione Calcio Milan, due tedeschi, Calcio-Club Bayern y Ballspielverein Borussiae uno francese, il Club di calcio del Paris Saint-GermainCinque club invitati si sarebbero uniti a loro per formare un campionato a venti squadre, dove dopo un campionato regolare - o un campionato regolare -, un sistema di spareggio per il titolo. Per quanto riguarda i dati economici, i media parigini sottolineano che i primi sei classificati del torneo potrebbero ricevere circa 350 milioni di euro, contro i 70-80 che il campione di UEFA Champions League riceve attualmente. La speculazione sull'arrivo di nuovi investitori e sponsor, così come i nuovi diritti audiovisivi e di trasmissione accumulerebbero una borsa di quattro miliardi da distribuire, superiore alla cifra accumulata dal UEFA per le sue tre principali competizioni per club -, sarebbe il principale salvacondotto per le grandi perdite economiche dovute alla pandemia COVID-19, quantificate in circa seimila otto miliardi, secondo Andrea Agnello, Presidente della Associazione dei club europei e della Juventus Football ClubIl principale sostenitore, il finanziario JP Morgan Chase, Prevede che questa iniezione economica finirà per creare un flusso economico tra tutti i club, attraverso questi primi venti, nonostante le continue critiche ricevute, e con la UEFA in attesa di ridisegnare una Champions League che non solo non è in grado di ottenere maggiori benefici, ma li riduce.

record

Per un migliore dettaglio delle finali vedere Finaliste della UEFA Champions League

Nomi e bandiere secondo l'ora.

Coppa dei Campioni Europei UEFA
temp Campione Risultato secondo arrivato note:
1955-56 Bandiera della Spagna 1945–1977.svg real Madrid FC 4 - 3 Bandiera di France.svg Stadio Reims  
1956-57 Bandiera della Spagna 1945–1977.svg real Madrid FC 2 - 0 Flag of Italy.svg AC Fiorentina Prima squadra campione nel proprio stadio. Prima difesa del titolo.
1957-58 Bandiera della Spagna 1945–1977.svg real Madrid FC 3 - 2 (pro.) Flag of Italy.svg AC Milan Prima finale definita ai tempi supplementari.
1958-59 Bandiera della Spagna 1945–1977.svg real Madrid FC 2 - 0 Bandiera di France.svg Stadio Reims Prima finale ripetuta. Gol più veloce in una finale.
1959-60 Bandiera della Spagna 1945–1977.svg real Madrid FC 7 - 3 Flag of Germany.svg Eintracht Francoforte Record di campionati consecutivi. Finale con il maggior numero di gol.
1960-61 Flag of Portugal.svg SL Benfica 3 - 2 Bandiera della Spagna 1945–1977.svg CF Barcelona Campione senza stranieri.
1961-62 Flag of Portugal.svg SL Benfica 5 - 3 Bandiera della Spagna 1945–1977.svg real Madrid FC Prima finale tra due campioni. Campione senza stranieri.
1962-63 Flag of Italy.svg Milan AC 2 - 1 Flag of Portugal.svg SL Benfica Prima finale senza squadre spagnole.
1963-64 Flag of Italy.svg FC Internazionale 3 - 1 Bandiera della Spagna 1945–1977.svg real Madrid FC Campione Rookie imbattuto.
1964-65 Flag of Italy.svg FC Internazionale 1 - 0 Flag of Portugal.svg SL Benfica
1965-66 Bandiera della Spagna 1945–1977.svg real Madrid FC 2 - 1 Bandiera della Jugoslavia 1946-1992.svg FK Partizan Atto di proprietà e campione senza stranieri.
1966-67 Bandiera della Scozia.svg Celtic FC 2 - 1 Flag of Italy.svg FC Internazionale Campione Rookie e niente stranieri.
1967-68 Bandiera dell'Inghilterra.svg Manchester United FC 4 - 1 (pro.) Flag of Portugal.svg SL Benfica Per la prima volta è stato introdotto il criterio del punteggio fuori casa; per il 1 ° round.
1968-69 Flag of Italy.svg Milan AC 4 - 1 Flag of the Netherlands.svg AFC Ajax Sostituzioni durante la partita, date fisse per le partite e gol in trasferta nei cross
1969-70 Flag of the Netherlands.svg SC Feijenoord 2 - 1 (pro.) Bandiera della Scozia.svg Celtic FC  
1970-71 Flag of the Netherlands.svg AFC Ajax 2 - 0 Bandiera della Grecia 1970-1975.svg Panathinaikós AO Prima assenza del Real Madrid; primo vincitore dopo 15 presenze di fila.
1971-72 Flag of the Netherlands.svg AFC Ajax 2 - 0 Flag of Italy.svg FC Internazionale
1972-73 Flag of the Netherlands.svg AFC Ajax 1 - 0 Flag of Italy.svg Juventus FC Titolo di proprietà raggiunto.
1973-74 Flag of Germany.svg FC Bayern 1 - 1, 4 - 0 (un.) Bandiera della Spagna 1945–1977.svg Atletico Madrid Prima e unica finale decisa in un match di spareggio.
1974-75 Flag of Germany.svg FC Bayern 2 - 0 Bandiera dell'Inghilterra.svg Leeds United FC  
1975-76 Flag of Germany.svg FC Bayern 1 - 0 Bandiera di France.svg AS Saint-Étienne Titolo di proprietà raggiunto.
1976-77 Bandiera dell'Inghilterra.svg Liverpool FC 3 - 1 Flag of Germany.svg Borussia Mönchengladbach  
1977-78 Bandiera dell'Inghilterra.svg Liverpool FC 1 - 0 Bandiera del Belgio civil.svg Club Brugge KV  
1978-79 Bandiera dell'Inghilterra.svg Nottingham Forest FC 1 - 0 Flag of Sweden.svg Malmö FF Campione all'esordio, imbattuto e senza stranieri.
1979-80 Bandiera dell'Inghilterra.svg Nottingham Forest FC 1 - 0 Flag of Germany.svg Hamburger SV Campione senza stranieri.
1980-81 Bandiera dell'Inghilterra.svg Liverpool FC 1 - 0 Bandiera della Spagna 1977–1981.svg real Madrid FC Campione imbattuto e niente stranieri.
1981-82 Bandiera dell'Inghilterra.svg Aston Villa FC 1 - 0 Flag of Germany.svg FC Bayern Record di campionati consecutivi della stessa nazione. Campione d'esordio.
1982-83 Flag of Germany.svg Hamburger SV 1 - 0 Flag of Italy.svg Juventus FC  
1983-84 Bandiera dell'Inghilterra.svg Liverpool FC 1 - 1 (4 - 2 penna.) Flag of Italy.svg AS Roma 1a finale decisa ai rigori. Campione imbattuto. Perdente nel proprio stadio.
1984-85 Flag of Italy.svg Juventus FC 1 - 0 Bandiera dell'Inghilterra.svg Liverpool FC La tragedia di Heysel. Sanzione alle squadre inglesi
1985-86 Bandiera della Romania 1965–1989.svg FC Steaua Bucureşti 0 - 0 (2 - 0 penna.) Flag of Spain.svg FC Barcelona 1 ° campione dell'Europa orientale. 1a finale senza gol in 120 minuti. Campione senza stranieri.
1986-87 Flag of Portugal.svg FC Porto 2 - 1 Flag of Germany.svg FC Bayern  
1987-88 Flag of the Netherlands.svg PSV Eindhoven 0 - 0 (6 - 5 penna.) Flag of Portugal.svg SL Benfica Campione con meno vittorie.
1988-89 Flag of Italy.svg Milan AC 4 - 0 Bandiera della Romania 1965–1989.svg FC Steaua Bucureşti Campione imbattuto.
1989-90 Flag of Italy.svg Milan AC 1 - 0 Flag of Portugal.svg SL Benfica
1990-91 Bandiera della Jugoslavia 1946-1992.svg Stella Rossa FK 0 - 0 (5 - 3 penna.) Bandiera di France.svg Olympique de Marseille Campione imbattuto.
1991-92 Flag of Spain.svg FC Barcelona 1 - 0 (pro.) Flag of Italy.svg UC Sampdoria Revoca la sanzione delle squadre inglesi
UEFA Champions League
1992-93 Bandiera di France.svg Olympique de Marseille 1 - 0 Flag of Italy.svg Milan AC Ristrutturazione della concorrenza. Campione imbattuto.
1993-94 Flag of Italy.svg Milan AC 4 - 0 Flag of Spain.svg FC Barcelona Titolo di proprietà raggiunto. Risultato più voluminoso nel nuovo formato.
1994-95 Flag of the Netherlands.svg AFC Ajax 1 - 0 Flag of Italy.svg Milan AC Differenziazione tra la fase preliminare e la fase finale. La prima fase si gioca in 4 gruppi.
1995-96 Flag of Italy.svg Juventus FC 1 - 1 (4 - 2 penna.) Flag of the Netherlands.svg AFC Ajax Prima finale decisa sui rigori con il nuovo formato.
1996-97 Flag of Germany.svg BV Borussia 3 - 1 Flag of Italy.svg Juventus FC
1997-98 Flag of Spain.svg real Madrid FC 1 - 0 Flag of Italy.svg Juventus FC Possono partecipare i secondi classificati della lega. La prima squadra a perdere le finali di fila.
1998-99 Bandiera dell'Inghilterra.svg Manchester United FC 2 - 1 Flag of Germany.svg FC Bayern Si va da 16 a 24 squadre in 6 gironi. Campione imbattuto.
1999-00 Flag of Spain.svg real Madrid FC 3 - 0 Flag of Spain.svg Valencia CF 1a finale tra club dello stesso paese e 1a tra spagnoli. 1a applicazione del coefficiente UEFA.
2000-01 Flag of Germany.svg FC Bayern 1 - 1 (5 - 4 penna.) Flag of Spain.svg Valencia CF  
2001-02 Flag of Spain.svg real Madrid FC 2 - 1 Flag of Germany.svg Bayer Leverkusen  
2002-03 Flag of Italy.svg Milan AC 0 - 0 (3 - 2 penna.) Flag of Italy.svg Juventus FC 1a finale senza gol nei 120 minuti con il nuovo formato. 1a finale tra squadre italiane.
2003-04 Flag of Portugal.svg FC Porto 3 - 0 Bandiera di France.svg AS Monaco FC Eliminazione della seconda fase a gironi per gli ottavi di finale.
2004-05 Bandiera dell'Inghilterra.svg Liverpool FC 3 - 3 (3 - 2 penna.) Flag of Italy.svg AC Milan Finale con più goal e goal più veloci nel nuovo formato. Titolo della proprietà. Emblema di più campioni.
2005-06 Flag of Spain.svg FC Barcelona 2 - 1 Bandiera dell'Inghilterra.svg Arsenal FC Campione imbattuto; espulso per la prima volta in finale.
2006-07 Flag of Italy.svg AC Milan 2 - 1 Bandiera dell'Inghilterra.svg Liverpool FC Prima finale ripetuta con il nuovo formato.
2007-08 Bandiera dell'Inghilterra.svg Manchester United FC 1 - 1 (6 - 5 penna.) Bandiera dell'Inghilterra.svg Chelsea fc Campione imbattuto. Prima finale tra squadre inglesi.
2008-09 Flag of Spain.svg FC Barcelona 2 - 0 Bandiera dell'Inghilterra.svg Manchester United FC
2009-10 Flag of Italy.svg FC Internazionale 2 - 0 Flag of Germany.svg FC Bayern
2010-11 Flag of Spain.svg FC Barcelona 3 - 1 Bandiera dell'Inghilterra.svg Manchester United FC
2011-12 Bandiera dell'Inghilterra.svg Chelsea fc 1 - 1 (4 - 3 penna.) Flag of Germany.svg FC Bayern Perdente nel proprio stadio.
2012-13 Flag of Germany.svg FC Bayern 2 - 1 Flag of Germany.svg BV Borussia Prima finale tra squadre tedesche.
2013-14 Flag of Spain.svg real Madrid FC 4 - 1 (pro.) Flag of Spain.svg Atletico Madrid Prima finale tra squadre della stessa città.
2014-15 Flag of Spain.svg FC Barcelona 3 - 1 Flag of Italy.svg Juventus FC Hai ottenuto l'emblema di più campioni.
2015-16 Flag of Spain.svg real Madrid FC 1 - 1 (5 - 3 penna.) Flag of Spain.svg Atletico Madrid Prima finale ripetuta tra squadre della stessa nazione e della stessa città.
2016-17 Flag of Spain.svg real Madrid FC 4 - 1 Flag of Italy.svg Juventus FC 1a difesa del titolo nel nuovo formato. Record di sconfitte finali.
2017-18 Flag of Spain.svg real Madrid FC 3 - 1 Bandiera dell'Inghilterra.svg Liverpool FC La prima volta che una squadra vince 3 edizioni di fila con il nuovo formato.
2018-19 Bandiera dell'Inghilterra.svg Liverpool FC 2 - 0 Bandiera dell'Inghilterra.svg Tottenham Hotspur FC Prima edizione con utilizzo di VAR.
2019-20 Flag of Germany.svg FC Bayern 1 - 0 Bandiera di France.svg Paris Saint-Germain FC Campione imbattuto con pieno di vittorie. Formato eliminatorio abbreviato e limitato al pubblico durante la controversia.
2020-21 Bandiera dell'Inghilterra.svg Contestare Bandiera dell'Inghilterra.svg

Nota: penna. = Sanzioni; des. = Partita tie-break; pro. = Estensione.

storia

Solo 22 società tra le 524 storiche partecipanti alla competizione sono riuscite a proclamarsi vincitrici, mentre altre 19 per un totale di 41 completano la lista delle società con una presenza in finale. Tra questi, i club spagnoli dominano con ventinove occasioni, e sono anche quelli che hanno ottenuto il maggior numero di titoli con diciotto. L'Inghilterra è quella con i club di campioni più diversi con cinque.

Team Titoli Sottocampo. Anni del campionato Secondo classificato
Flag of Spain.svg real Madrid FC 13 3
1956, 1957, 1958, 1959, 1960, 1966, 1998, 2000, 2002, 2014, 2016, 2017, 2018
1962, 1964, 1981
Flag of Italy.svg AC Milan 7 4
1963, 1969, 1989, 1990, 1994, 2003, 2007
1958, 1993, 1995, 2005
Flag of Germany.svg FC Bayern 6 5
1974, 1975, 1976, 2001, 2013, 2020
1982, 1987, 1999, 2010, 2012
Bandiera dell'Inghilterra.svg Liverpool FC 6 3
1977, 1978, 1981, 1984, 2005, 2019
1985, 2007, 2018
Flag of Spain.svg FC Barcelona 5 3
1992, 2006, 2009, 2011, 2015
1961, 1986, 1994
Flag of the Netherlands.svg AFC Ajax 4 2
1971, 1972, 1973, 1995
1969, 1996
Flag of Italy.svg FC Internazionale 3 2
1964, 1965, 2010
1967, 1972
Bandiera dell'Inghilterra.svg Manchester United FC 3 2
1968, 1999, 2008
2009, 2011
Flag of Italy.svg Juventus FC 2 7
1985, 1996
1973, 1983, 1997, 1998, 2003, 2015, 2017
Flag of Portugal.svg SL Benfica 2 5
1961, 1962
1963, 1965, 1968, 1988, 1990
Bandiera dell'Inghilterra.svg Nottingham Forest FC 2 -
1979, 1980
Flag of Portugal.svg FC Porto 2 -
1987, 2004
Bandiera della Scozia.svg Celtic FC 1 1
1967
1970
Flag of Germany.svg Hamburger SV 1 1
1983
1980
Flag of Romania.svg FC Steaua București 1 1
1986
1989
Bandiera di France.svg Olympique de Marseille 1 1
1993
1991
Flag of Germany.svg BV Borussia 1 1
1997
2013
Bandiera dell'Inghilterra.svg Chelsea fc 1 1
2012
2008
Flag of the Netherlands.svg Feyenoord Rotterdam 1 -
1970
Bandiera dell'Inghilterra.svg Aston Villa FC 1 -
1982
Flag of the Netherlands.svg PSV Eindhoven 1 -
1988
Flag of Serbia.svg Stella Rossa FK 1 -
1991
Flag of Spain.svg Atletico Madrid - 3
1974, 2014, 2016
Bandiera di France.svg Stadio Reims - 2
1956, 1959
Flag of Spain.svg Valencia CF - 2
2000, 2001
Flag of Italy.svg ACF Fiorentina - 1
1957
Flag of Germany.svg Eintracht Francoforte - 1
1960
Flag of Serbia.svg FK Partizan - 1
1966
Flag of Greece.svg Panathinaikós AO - 1
1971
Bandiera dell'Inghilterra.svg Leeds United FC - 1
1975
Bandiera di France.svg AS Saint-Étienne - 1
1976
Flag of Germany.svg Borussia Mönchengladbach - 1
1977
Bandiera del Belgio civil.svg Club Brugge KV - 1
1978
Flag of Sweden.svg Malmö FF - 1
1979
Flag of Italy.svg AS Roma - 1
1984
Flag of Italy.svg UC Sampdoria - 1
1992
Flag of Germany.svg Bayer Leverkusen - 1
2002
Bandiera di France.svg AS Monaco FC - 1
2004
Bandiera dell'Inghilterra.svg Arsenal FC - 1
2006
Bandiera dell'Inghilterra.svg Tottenham Hotspur FC - 1
2019
Bandiera di France.svg Paris Saint-Germain FC - 1
2020

Dati aggiornati: Finale stagione 2019-20.

Titoli per paese

Dieci federazioni hanno club campioni europei.

Paese Titoli Sottocampo. Club campioni
Flag of Spain.svg Spagna 18 11
real Madrid FC (13) y FC Barcelona (5)
Bandiera dell'Inghilterra.svg Inghilterra 13 9
Liverpool FC (6) Manchester United FC (3) Nottingham Forest FC (2) Aston Villa FC (1) y Chelsea fc (1)
Flag of Italy.svg Italia 12 16
AC Milan (7) FC Internazionale (3) y Juventus FC (2)
Flag of Germany.svg Germania 8 10
FC Bayern (6) Hamburger SV (1) y BV Borussia (1)
Flag of the Netherlands.svg Olanda 6 2
AFC Ajax (4) Feyenoord Rotterdam (1) y PSV Eindhoven (1)
Flag of Portugal.svg Portogallo 4 5
SL Benfica (2) y FC Porto (2)
Bandiera di France.svg Francia 1 6
Olympique de Marseille
Bandiera della Scozia.svg Scozia 1 1
Celtic FC
Flag of Romania.svg Romania 1 1
FC Steaua Bucuręsti
Flag of Serbia.svg Serbia 1 1
Stella Rossa FK
Flag of Greece.svg Grecia - 1
Bandiera del Belgio civil.svg Belgio - 1
Flag of Sweden.svg Svezia - 1

Dati aggiornati: ultima stagione 2019-20

Statistica

Per un riepilogo statistico completo della competizione vedere Statistiche della UEFA Champions League

Classificazione storica

I 607 ​​punti ottenuti dal Real Madrid Club de Fútbol lo collocano al primo posto nella classifica storica della competizione tra le 526 squadre che vi hanno mai partecipato. 112 punti sotto è il secondo classificato, il tedesco Fußball-Club Bayern, che a sua volta è 36 punti sopra il terzo, il Fútbol Club Barcelona.


Nota: sistema di punteggio storico di 2 punti per vittoria. Sopra corsivo squadre senza partecipazione all'edizione 2020-21.

Pos Club temp Punti PJ PG PE PP Punti X3 Titoli % Qualificazione % partic.
1 Flag of Spain.svg real Madrid FC 51 607 445 265 77 103 872 13 20 26
2 Flag of Germany.svg FC Bayern 37 495 358 211 73 74 706 6 9.23 16.67
3 Flag of Spain.svg FC Barcelona 31 459 325 193 73 59 652 5 7.69 16.67
4 Bandiera dell'Inghilterra.svg Manchester United FC 29 380 285 157 66 62 537 3 4.62 10.71
5 Flag of Italy.svg Juventus FC 35 361 285 146 69 70 507 2 3.08 5.88
6 Flag of Italy.svg AC Milan 28 314 249 125 64 60 439 7 10.77 25
7 Bandiera dell'Inghilterra.svg Liverpool FC 25 298 223 125 48 50 423 6 9.23 25
8 Flag of Portugal.svg SL Benfica 40 287 258 114 59 85 401 2 3.08 5.13
9 Flag of Portugal.svg FC Porto 35 286 251 114 58 79 400 2 3.08 6.06
10 Flag of the Netherlands.svg AFC Ajax 37 271 233 104 63 66 375 4 6.15 11.11

Aggiornato all'ultima partita giocata da una delle persone coinvolte Dicembre 9 2020.

Classifica storica dei marcatori

Per un dettaglio completo vedere Capocannonieri della UEFA Champions League.

Finale Adidas 2019

La palla ufficiale Finale è prodotto dalla società tedesco attrezzatura sportiva Adidas.

Il capocannoniere del torneo è il portoghese Cristiano Ronaldo con 135 gol, seguito dall'argentino Lionel Messi con 120 gol e il polacco Robert Lewandowski con 73 gol, battendo lo spagnolo Raúl González con 71 gol, essendo anche gli unici giocatori a superare la barriera dei XNUMX gol nella storia della competizione.

Inoltre, vale la pena notare tra i migliori marcatori tedeschi Gerd Muller per essere il giocatore con la migliore media di punteggio nella competizione con 0.97 gol a partita, in vantaggio Ferenc Puskás y Alfredo Di Stefano con una media rispettivamente di 0.85 e 0.84, aggiungendo 9 distinzioni di capocannoniere tra loro, quattro per il tedesco, tre per lo spagnolo-argentino e due per lo spagnolo-ungherese.

Diviso per turni, il capocannoniere nei turni di qualificazione precedenti è Andriy Shevchenko con 11 gol. Nella fase a gironi è Messi con 71 gol, negli ottavi di finale - dagli ottavi - Cristiano Ronaldo aggiunge 67 gol, dai quarti Cristiano Ronaldo ne accumula 42, mentre in semifinale è Di Stéfano con 18 che è in testa al record, davanti ai 17 di Cristiano Ronaldo e ai 14 di Ferenc Puskás. In finale, Di Stéfano e Puskás dominano con sette ciascuno.

I record precedenti contano le precedenti fasi di qualificazione. Per quanto riguarda le partite della fase finale del torneo, il già citato Cristiano Ronaldo è quello che accumula più gol, con 134, seguito da 120 e 71 da Lionel Messi e Raúl González.

Nota: Contabilizzato le partite e i gol dei turni precedenti. Sopra negrita giocatori attivi nell'edizione corrente e nel club attuale.

Pos. Giocatore G. Parte. Ballo di fine anno. Debutto Club
1 Flag of Portugal.svg Cristiano Ronaldo 135 180 0.76 2002-03 Manchester United FC, real Madrid FC, Juventus FC
2 Flag of Argentina.svg Lionel Messi 120 149 0.81 2004-05 FC Barcelona
3 Flag of Poland.svg Robert Lewandowski 73 96 0.76 2011-12 BV Borussia, FC Bayern
4 Bandiera di France.svg Karim Benzema 71 130 0.55 2005-06 L'Olympique Lyonnais, real Madrid FC
= Flag of Spain.svg Raúl González 71 144 0.49 1995-96 real Madrid FC, FC Gelsenkirchen-Schalke
6 Flag of the Netherlands.svg Ruud van Nistelrooy 60 81 0.74 1998-99 PSV Eindhoven, Manchester United FC, real Madrid FC
7 Flag of Ukraine.svg Andriy Shevchenko 59 116 0.54 1994-95 FC Dynamo Kyiv, AC Milan, Chelsea fc
8 Bandiera di France.svg Thierry Henry 51 115 0.44 1997-98 AS Monaco FC, Arsenal FC, FC Barcelona
9 Flag of Italy.svg Filippo Inzaghi 50 85 0.59 1997-98 Juventus FC, AC Milan
10 Bandiera di HispanoArgentino Double Alfredo Di Stefano 49 58 0.84 1955-56 real Madrid FC
= Flag of Sweden.svg Zlatan Ibrahimović 49 124 0.40 2001-02
12 Flag of Germany.svg Thomas Müller 48 124 0.39 2008-09 FC Bayern
13 Flag of Portugal.svg Eusebio da Silva 47 63 0.75 1961-62 SL Benfica
= Flag of Argentina.svg Sergio Agüero 47 81 0.580 2008-09 Atletico Madrid, Manchester City FC
15 Flag of Italy.svg Alessandro Del Piero 44 92 0.48 1995-96 Juventus FC
= Bandiera della Costa d'Avorio.svg Didier Drogba 44 94 0.47 2003-04 Olympique de Marseille, Chelsea fc, Galatasaray SK
17 Flag of Brazil.svg Neymar da Silva 41 69 0.59 2013-14 FC Barcelona, Paris Saint-Germain FC
18 Flag of Spain.svg Fernando Morientes 39 104 0.38 1997-98
19 Bandiera di HispanoHungaro Double Ferenc Puskás 35 41 0.85 1956-57 Budapest Honvéd FC, real Madrid FC
= Flag of Uruguay.svg Edinson Cavani 35 66 0.53 2011-12 SSC Napoli, Paris Saint-Germain FC, Manchester United FC

Statistiche aggiornate fino all'ultima partita giocata Maggio 21 2021.

RealM-Shahter 15 2

Cristiano Ronaldo, capocannoniere della competizione.

Giocatori con il maggior numero di partite giocate

Per un dettaglio completo vedere Giocatori con il maggior numero di presenze in UEFA Champions League.

Lo spagnolo Iker Casillas È il giocatore che ha giocato più partite della competizione con 181, seguito dai 180 portoghesi Cristiano Ronaldo e 157 per lo spagnolo Xavi Hernández. Dietro di loro c'è l'ex calciatore gallese Ryan Giggs —Chi ha guidato il record fino a quando non è stato superato nel Edizione 2014-15-, e l'argentino Lionel Messi con 149 incontri.

I record precedenti contano le precedenti fasi di qualificazione. Per quanto riguarda le partite della fase finale del torneo, è ancora Casillas con 177 ad accumulare il maggior numero di presenze, davanti anche a Ronaldo e alle sue 176 partite, le 151 di Xavi, le 149 di Messi e le 142 di Raúl.

Nota: Contabilizzato le partite e i gol dei turni precedenti. Sopra negrita giocatori attivi nella presente edizione.

Pos. Giocatore PJ Prev. tetta Debutto Club
1 Flag of Spain.svg Iker Casillas 181 4 180 1998-99 real Madrid FC, FC Porto
2 Flag of Portugal.svg Cristiano Ronaldo 180 4 171 2002-03 Manchester United FC, real Madrid FC, Juventus FC
3 Flag of Spain.svg Xavi Hernández 157 6 132 1997-98 FC Barcelona
4 Bandiera del Galles 1959 – present.svg Ryan Giggs 151 10 128 1992-93 Manchester United FC
5 Flag of Argentina.svg Lionel Messi 149 - 134 2004-05 FC Barcelona
6 Flag of Spain.svg Raúl González 144 2 137 1995-96 real Madrid FC, FC Gelsenkirchen-Schalke
7 Flag of Italy.svg Paolo Maldini 139 31 134 1984-85 AC Milan
8 Flag of Spain.svg Andres Iniesta 132 2 108 2002-03 FC Barcelona
= Flag of Italy.svg Gianluigi Buffon 132 8 132 1997-98 Parma FC, Juventus FC, Paris Saint-Germain FC
10 Flag of the Netherlands.svg Clarence seedorf 131 6 116 1991-92 AFC Ajax, real Madrid FC, FC Internazionale, AC Milan
11 Bandiera di France.svg Karim Benzema 130 - 111 2005-06 L'Olympique Lyonnais, real Madrid FC
= Bandiera dell'Inghilterra.svg Paul Scholes 130 6 112 1993-94 Manchester United FC
13 Flag of Spain.svg Sergio Ramos 129 - 129 2005-06 real Madrid FC
14 Flag of Brazil.svg Roberto Carlos 128 8 128 1995-96 real Madrid FC, Fenerbahçe SK
15 Flag of Spain.svg Xabi Alonso 127 8 122 2003-04 Real Sociedad, Liverpool FC, real Madrid FC, FC Bayern
16 Flag of Sweden.svg Zlatan Ibrahimović 124 4 115 2001-02
= Flag of Germany.svg Thomas Müller 124 2 98 2008-09 FC Bayern
18 Flag of Spain.svg Gerard Piqué 121 2 115 2004-05 Manchester United FC, FC Barcelona
= Flag of Germany.svg Manuel Neuer 121 2 118 2007-08 FC Gelsenkirchen-Schalke, FC Bayern
20 Flag of Spain.svg Carles Puyol 120 5 114 1999-00 FC Barcelona

Statistiche aggiornate fino all'ultima partita giocata Maggio 21 2021

Casillas-Porto15 ritagliato 2

Iker Casillas, giocatore con il maggior numero di partite del torneo.

Economia e finanza

Eboue Ronaldo

I annunci di scommesse sono vietati in Turchia. in 2013, la Real Madrid (il cui sponsor era Bwin) è stato costretto a indossare magliette senza sponsor mentre giocava contro di lui Galatasaray en Istanbul.

La competizione è molto redditizia per i club che raggiungono la fase a gironi. Il UEFA distribuisce parte del denaro ottenuto dai contratti televisivi tra questi club. Nel Stagione 2013-14 La UEFA ha distribuito 904 milioni di euro tra i 32 partecipanti, dall'importo minimo fisso di 12,2 milioni di euro a 57,4 milioni per il Club di calcio del Real Madrid, vincitore del concorso. Inoltre, i club guadagnano di più con la vendita di biglietti, merchandising, ecc.

Fair play finanziario

A causa dei nuovi regolamenti UEFA sul fair play finanziaria nove club sono indagati individualmente, nonostante ciò, le cifre distribuite sono incluse nelle distribuzioni in assenza di risoluzione di ogni caso.La misura UEFA mira a ripulire e stabilire regole finanziarie per tutti i club per migliorare la salute finanziaria dei club europei. Il regolamento interessa direttamente i club al momento della firma di eventuali firme, pagamenti e accordi finanziari in alcuni punti comuni a tutti.

Importi fissi

Come importo fisso, ogni club ha ricevuto 8,6 milioni euro Grazie alla loro partecipazione, raggiungendo un importo per ogni club di almeno 15,4 milioni sommando le variabili di mercato, ogni club ha così ricevuto circa 1,7 milioni di euro per partita giocata nella fase a gironi. Per una vittoria, un milione in più è stato pagato e per ogni estrazione 500.000 euro. Il Club di calcio del Real Madrid e il Club atletico di Madrid sono state le squadre che hanno ottenuto i maggiori guadagni nella fase a gironi per i loro risultati con 5,5 milioni euro.

Bonus per round

Le 16 squadre che si sono qualificate per il primo turno a eliminazione diretta hanno ricevuto un bonus di 3,5 milioni euro ogni. Altri 3,9 milioni euro è andato a ciascuna delle otto squadre dei quarti di finale e le quattro semifinaliste sono state premiate con ulteriori 4,9 milioni di euro. Il Club di calcio del Real Madrid ha ricevuto 10,5 milioni di euro mentre l'Atlético de Madrid ha ricevuto 6,5 milioni di euro euro per i loro passaggi in finale, di cui 4 milioni in più nel caso del primo per la vittoria finale.

Valore di mercato

Rispetto al resto degli incentivi, la parte che ogni club riceveva dipendeva dal suo valore nel mercato nazionale, oltre che dal numero di squadre per federazione, dalla posizione nei campionati nazionali della stagione precedente e dal numero di partite giocate nella stagione precedente. Champions League 2013/14. Il Real Madrid Club de Fútbol ha ricevuto il maggior numero di stagioni in Champions League (57,41 milioni euro) seguito da Club di calcio del Paris Saint-Germain (54,41 milioni euro senza ridurre le possibili sanzioni dovute al mancato rispetto del fair play finanziario), e Club atletico di Madrid (50,04 milioni euro).

Diritti televisivi

La Champions League è la competizione sportiva annuale, con il più grande pubblico mondiale accumulato e il suo finale, è l'evento sportivo annuale più visto al mondo, con un pubblico globale stimato di 360 milioni di spettatori e una copertura in oltre 200 paesi. Il suo finale è uno degli eventi sportivi più seguiti dell'anno, con una stima di 360 milioni di spettatori .

Guarda anche

  • Camicia bandiera dell'Europa.svg Portale: Calcio in Europa. Contenuti relativi a Calcio in Europa.
  • Competizioni UEFA per club
  • Club partecipanti alla Champions League
  • Classifica storica della Champions League
  • Statistiche storiche della Champions League
  • Allenatori campioni della Champions League
  • Club europei campioni di competizioni internazionali
  • Club mondiali campioni di competizioni internazionali
  • Club campioni del mondo
  • Associazione dei club europei

collegamenti esterni

  • Commons-logo.svg Wikimedia Commons ospita una categoria multimediale su UEFA Champions League.
  • Lega dei Campeones en UEFA.com
  • Lega dei Campeones en Twitter